Marsala, il sindaco emana ordinanza su risparmio idrico

Vietato consumare l’acqua comunale per usi diversi da quello alimentare, domestico ed igienico

Le scarse piogge di questi mesi, con la siccità che mette in difficoltà soprattutto il settore agricolo e riduce le falde acquifere, impongono il divieto di utilizzo dell’acqua comunale per usi diversi da quello alimentare, domestico ed igienico.

Questo, in sintesi, il contenuto dell’ordinanza firmata dal sindaco di Marsala, con la quale – a fronte dei cambiamenti climatici e delle scarse precipitazioni – si impone, su tutto il territorio comunale, fino al prossimo 31 ottobre, un rigoroso contenimento del consumo dell’acqua.

“Occorre prevenire possibili emergenze che potrebbero crearsi a seguito di un incremento di domanda di acqua nei prossimi mesi – spiega Grillo – una situazione che, tra l’altro, potrebbe aggravarsi nel corso dei mesi estivi, tenuto conto delle ricorrenti ondate di caldo e dell’aumento delle utenze correlato a quello dei turisti”.

La gravità della situazione idrica regionale, nei giorni scorsi, è stata illustrata dall’A.T.I. Trapani, concludendo sull’importanza di informare i cittadini del grave stato di crisi e di sensibilizzarli ad un utilizzo parsimonioso dell’acqua.

Il provvedimento sindacale vieta – in ambito domestico/privato – l’utilizzo dell’acqua per irrigare ed innaffiare orti, giardini e prati; lavare cortili, piazzali e veicoli; riempire fontane, vasche e piscine su aree private. L’uso dell’acqua per esigenze di lavoro (ad es. lavaggi) o per fini produttivi è consentito solo in presenza di pozzo privato, adibito all’esercizio delle attività svolte.

“Faccio appello all’impegno di tutti i cittadini – conclude Grillo – per un utilizzo corretto e razionale dell’acqua, anche attraverso piccole e semplici attenzioni da applicare nella vita quotidiana, utili a risparmiare quanta più acqua possibile in ambito familiare”.

L’Amministrazione comunale invita la cittadinanza ad adottare ogni possibile accorgimento finalizzato al risparmio idrico tra cui riparare perdite, anche minime, di rubinetti, sciacquoni, ecc…; riciclare l’acqua di lavaggio di frutta e verdura per innaffiare le piante; utilizzare lavatrici e lavastoviglie solo a pieno carico; chiudere il rubinetto mentre ci si lava i denti.

L’ordinanza, infine, nel sottolineare l’importanza della collaborazione di tutti per il risparmio idrico – invita i cittadini a riflettere su alcuni dati, tra i quali: il 40 % dell’acqua potabile si utilizza per gli scarichi dei servizi igienici; per una doccia di 5 minuti sono necessari 60 litri di acqua e per riempire una vasca da bagno ne occorrono il doppio; azionando gli elettrodomestici a pieno carico si risparmiano dagli 8.000 agli 11.000 litri all’anno.

Quando Turandot, senza musica e salsiccia… tifa Spagna [AUDIO]

Ne abbiamo parlato con Natale Pietrafitta dell'Ente Luglio e Massimiliano Mazzara di Trapani Food Fest
La presidente di "Nessuno tocchi Caino" sottolinea anche la mancanza di poliziotti penitenziari in servizio
Grazie ad un finanziamento di circa 6milioni 900mila di euro di fondi del Pnrr
In programma il potenziamento della dotazione organica dell'ospedale
Primo appuntamento della rassegna letteraria giovedì 18 luglio al Teatro comunale di Valderice
Focus su libertà d’espressione ma anche su libertà dalla povertà e libertà dalla paura della guerra
Ne abbiamo parlato con Natale Pietrafitta dell'Ente Luglio e Massimiliano Mazzara di Trapani Food Fest
Tre giovani di prospettiva che vanno ad arricchire la rosa a disposizione di Torrisi
A inaugurare la nuova edizione è stata la cantante Simona Trentacoste

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Vita di un conduttore radiofonico notturno

La notte non è fatta solo per dormire e sognare, durante la notte tutto ha un sapore diverso. E la notte la radio ha...

Bentornata Serie A

Riposte bandiere e striscioni, asciugati i sudori, proviamo a riavvolgere il nastro di questa stagione
Da via Mazzini verso piazza Ciullo e il Santuario della Madonna dei Miracoli
Formazione per il rilascio della qualifica di smart coach