Marsala, assolti dall’accusa di bancarotta due imprenditori marsalesi

La sentenza con la formula “perché i fatti non costituiscono reato”

Sono stati assolti dall’accusa di bancarotta due imprenditori marsalesi del settore enologico. Ad emettere la sentenza, con la formula “perché i fatti non costituiscono reato”, è stata la giudice monocratica del Tribunale di Marsala Giuseppina Montericcio.

I due commercianti di vino, per i quali la Procura aveva invocato la condanna a 8 mesi di reclusione, erano finiti sotto processo, a seguito del fallimento della loro società, in quanto accusati di avere utilizzato una notevole parte del patrimonio societario in operazioni ritenute “manifestatamente imprudenti” per un ammontare complessivo di 70mila euro e di avere tenuto in maniera irregolare e incompleta le scritture contabili.

I difensori dei due imputati hanno sostenuto che le operazioni in questione erano state in parte riparate dai soci della s.r.l. e in parte rientravano nelle ordinarie attività di liquidazione; che le scritture erano, inoltre, tenute “correttamente” e che “sarebbero state regolarizzate – hanno sostenuto i due legali – se non fosse sopraggiunta la sentenza di fallimento della società. Dopo la lettura del dispositivo della sentenza.

Custonaci, la Sicilia e i suoi borghi: sabato il convegno [AUDIO]

Col primo cittadino Fabrizio Fonte abbiamo parlato del terzo ed ultimo week end de "i borghi dei tesori"
I granata hanno dovuto fare i conti con uno straordinario Filippis
La Consulta delle associazioni e la Consulta per la Pace e la Cooperazione
“Se non si stanziano i fondi per l’aggiornamento del progetto, sarà stato tutto inutile”
Andava in giro di notte con un monopattino elettrico

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Vita di un conduttore radiofonico notturno

La notte non è fatta solo per dormire e sognare, durante la notte tutto ha un sapore diverso. E la notte la radio ha...
Trapani Shark-Udine

Bentornati play-off

Ne parliamo con Giacomo Incarbona
Svariati i temi trattati nell'incontro svoltosi in un clima di collaborazione
Possono accedere al beneficio le cantine sociali costituite in forma cooperativa