Maresciallo del 6° Reggimento Bersaglieri di Trapani morto per Covid

Un primo maresciallo dei Bersaglieri, il 50enne Sebastiano Greco, in servizio al 6° Reggimento di Trapani, è morto ieri mattina in seguito a complicanze dovute al contagio del Coronavirus. Era ricoverato all’ospedale “Paolo Borsellino” di Marsala.

Ne ha dato notizia il ministro della Difesa, Lorenzo Guerini, che ha espresso il suo cordoglio per la scomparsa del militare e la sua vicinanza alla famiglia del sottufficiale dell’Esercito.

“Tutta la famiglia della Difesa – aggiunge Gerini – si stringe attorno all’Esercito italiano che oggi piange la scomparsa di un servitore dello Stato. Un plauso a tutti gli uomini e donne delle Forze Armate per il loro servizio svolto all’estero nelle missioni internazionali nella lotta contro il terrorismo e in Italia, in particolar modo per il loro silenzioso impegno sul campo nella lotta alla pandemia. A voi va il ringraziamento dei cittadini per il prezioso supporto un momento così delicato per il Paese” ha concluso il ministro”.

Ai funerali, svoltisi stamattina, era presente una rappresentanza del 6° Reggimento.

Giornata contro l’omotransfobia, il corteo a Trapani

Iniziativa di Arcigay Trapani Shorùq
Il vicesindaco Tumbarello: “Situazione sbloccata. Collaudo di alcuni tratti e operatività della condotta entro giugno”
In Sicilia è almeno il triplo rispetto a quello di altre parti d’Italia
Cerimonia in piazza Falcone Borsellino con il coinvolgimento degli studenti

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Sogni veri di una vita inventata

Una seconda possibilità è una grande dimostrazione di amore e compassione verso me stesso e potrebbe rappresentare un passo importante per la mia crescita...
Trapani Shark-Udine

Bentornati play-off

Ne parliamo con Giacomo Incarbona
Il deputato regionale sulla decisione della Regione che ha accolto la richiesta dell’amministrazione comunale
Rubati un tablet, un televisore e una macchinetta del caffe
I dati illustrati in un incontro promosso dall'amministrazione comunale di Erice