Mancato rispetto delle norme anti Covid, la Guardia di Finanza chiude ristorante

Un dipendente, i clienti e lo stesso titolare sono stati multati

Un ristoratore di Erice e altre 11 persone – dieci clienti e un dipendente – sono stati sanzionati dai militari del Gruppo della Guardia di Finanza di
Trapani per non aver rispettato i divieti imposti dalla attuale normativa anti Covid.

L’intervento ispettivo è stato effettuato venerdì scorso e ha riguardato un ristorante con vista mare sito sul lungomare.

In particolare, i finanzieri hanno sorpreso dieci persone intente a consumare il pranzo al tavolo, incuranti dei divieti in vigore. A nulla sono valse le giustificazioni dei commensali, ai quali è stata contestata la violazione delle regole anti contagio, consistite nel mancato utilizzo di mascherine e nell’inosservanza del distanziamento sociale.

Per i clienti e per un dipendente è quindi scattata la sanzione amministrativa prevista dalle ultime disposizioni ministeriali del 2 marzo, che va da un minimo di 400 a un massimo di 1.000 euro. Uguale sanzione amministrativa è stata contestata anche al titolare del ristorante per non aver sospeso la propria attività dato che sarebbe stata consentita solo la preparazione di pasti destinati all’asporto.

All’imprenditore è stata inoltre irrogata la sanzione accessoria della chiusura immediata dell’attività commerciale per 5 giorni lavorativi.