domenica, Febbraio 25, 2024

Manager marsalese salva bambina caduta in piscina a Melbourne [VIDEO]

La piccola, due anni, era in visita a casa dei nonni

Farsi trovare pronti dalle emergenze, dotati delle conoscenze necessarie per intervenire in maniera efficace e, magari, salvare una vita umana. Questo è ciò che ha fatto qualche giorno fa il 36enne marsalese Paolo Palermo Patera che da dieci anni vive e lavora in Australia, prima a Perth e da qualche tempo a Melbourne.

Il manager lavora nell’ambito delle risorse umane per la Fluor Australia, una multinazionale che si occupa di servizi ingegneristici, e siede anche nel CdA della stessa compagnia ma, pur in tempo di lockdown, come è quello che sta vivendo adesso l’Australia, non ha esitato a correre in aiuto di una bambina di due anni, nipote di vicini di casa, che era accidentalmente caduta nella piscina del giardino dei nonni, confinante con quello della sua abitazione nel quartiere di Williamstown.

“È stata mia moglie, che in quel momento era in giardino – racconta Paolo Palermo Patera – ad accorgersi, intorno alle 14, delle disperate grida di aiuto della madre della piccola e mi ha chiamato fuori di casa. Io mi sono sporto al di là della staccionata che separa i nostri giardini e ho capito che si trattava di una situazione di emergenza. Ho subito preso una scala per scavalcare la recinzione, alta circa due metri, e calarmi velocemente nel giardino dei vicini nonostante la presenza di cani non proprio amichevoli”.

(Nel video le immagini riprese dalle telecamere installate nel giardino di Palermo Patera)

“La bambina – prosegue il 36enne marsalese – era a terra, cianotica e con gli occhi rovesciati in su e non respirava. La madre, disperata, era al telefono e chiamava i soccorsi, la nonna era lì accanto, impotente. Ho fatto tesoro di quanto avevo imparato in alcuni corsi di primo soccorso, il primo lo avevo seguito ai tempi del Liceo a Marsala e l’ultimo qui in Australia prima della nascita di mio figlio. Ho posizionato la bambina su un fianco e con una serie di opportuni movimenti e compressioni del torace sono riuscito a farle rigurgitare l’acqua che aveva ingerito. Solo dopo qualche minuto di operazioni la bambina ha ripreso a respirare, prima più irregolarmente poi in maniera normale, ed è scoppiata a piangere. Nel frattempo sono giunti i soccorritori, con due ambulanze, e anche un vicino che è medico. A quel punto ho deciso di allontanarmi e tornare a casa, attraversando l’isolato, dato che la gestione della situazione era stata presa in carico da chi di dovere”.

Nel tardo pomeriggio dello stesso giorno, quando Palermo Patera è tornato in giardino per recuperare la scala, il nonno della bambina lo ha informato che la piccola era stata ricoverata in ospedale e posta in coma farmacologico per valutarne le condizioni. Da una prima ricostruzione fornita dal nonno, la piccola avrebbe approfittato del fatto che il cancelletto della recinzione attorno alla piscina – misura di protezione obbligatoria in Australia – era momentaneamente aperto. Non è chiaro se abbia tentato intenzionalmente di immergersi o sia scivolata in acqua per una caduta mentre si muoveva attorno al bordo della vasca. Nei giorni successivi, quando dagli accertamenti non sono risultati danni cerebrali permanenti, la piccola è stata risvegliata e dimessa.

“Ho fatto, penso, ciò che chiunque avrebbe fatto al mio posto – commenta Paolo Palermo Patera – e per me è stato un sollievo apprendere dal padre di questa bambina, che ha la stessa età di mio figlio, che la piccola era fuori pericolo. Ho accolto con piacere il suo dono estemporaneo di una bottiglia di buon scotch”. La famiglia ha anche inviato a Palermo Patera un video in cui si vede la bambina che chiacchiera normalmente con la madre nel suo lettino di ospedale.

E c’è un altro legame importante, oltre a quello che questa vicenda ha creato per sempre tra Paolo e la piccola Airley, che gli deve la vita. Nel corso dei successivi contatti con i vicini, infatti, è emerso che il bisnonno paterno della bambina era italiano, emigrato dall’Abruzzo. Un retaggio che si è un po’ andato stemperando nelle generazioni successive, tant’è che né il padre né nonno della piccola parlano la nostra lingua, ma che non può essere cancellato.

E nel raccontare questa vicenda che lo ha visto attivo protagonista, Paolo Palermo Patera – che prima di concederci l’intervista ha voluto attendere di avere buone notizie sulla piccola – ci lascia con un consiglio, valido davvero per tutti: seguire i corsi per il primo soccorso e mantenere negli anni le nozioni e le tecniche imparate. Come è accaduto nel suo caso, queste capacità possono davvero fare la differenza e salvare vite.

Baskin, lo sport inclusivo e i panathleti trapanesi [AUDIO]

Intervista ad Alessandro Aiello prima della seduta di allenamento alla palestra della scuola Pagoto dove giocano a Baskin gli atleti e gli istruttori del Granata Basket Club

Trapani, buona la seconda

Quattro gol contro il Fulgatore. L'analisi di Francesco Rinaudo
L'uomo è stato sottoposto anche al divieto di avvicinamento alla persona offesa
Il trequartista sardo dovrebbe muoversi alle spalle di Kragl, Cocco e Convitto
Il raduno è previsto domenica 3 marzo al terminal aliscafi di Trapani

Lucca Comics & Games: un luogo per il dialogo e le differenze

314.220 biglietti venduti, più di 700 espositori, centinaia di ospiti da tutto il mondo

L’esperta risponde: tutti i dubbi su gas e luce [Parte 5]

In settimana i lettori di Trapanisi.it hanno inviato alla nostra esperta alcune domande
Il "Consagra Innovation Hub" rappresenta un'opportunità unica per trasformare il Teatro di Consagra in un centro d'innovazione
Era ai domiciliari per furto di auto e rapina ai danni di un anziano
Indisponibili Cristini per un lieve problema fisico e Sparandeo che va verso il recupero
"Le mie dimissioni sarebbero una fuga immotivata, forse anche un’ammissione velata di colpevolezza"
"In assenza di interventi a sostegno dei Comuni da parte della Regione Siciliana, inevitabile,l'aumento della Tari”

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

“Dottore, ho l’ansia sociale? Perché non riesco a parlare in pubblico o a dire...

Torna il blog Tienilo inMente del dottor Giuseppe Scuderi, psicologo clinico e digitale

Sogni veri di una vita inventata

Una seconda possibilità è una grande dimostrazione di amore e compassione verso me stesso e potrebbe rappresentare un passo importante per la mia crescita...

Do you remember 2023?

Torna il blog di Andrea Castellano e si tuffa nell'anno appena passato: dalla crisi alla rinascita
Si era allontanato in auto dalla sua abitazione mercoledì scorso
Coach Daniele Parente ha rilasciato una lunga intervista dove ha parlato anche di calcio e della città
Intervista ad Alessandro Aiello prima della seduta di allenamento alla palestra della scuola Pagoto dove giocano a Baskin gli atleti e gli istruttori del Granata Basket Club
Il progetto prevede la posa di un moderno manto erboso artificiale in erba sintetica
Per l'arbitro della sezione di Gallarate non sarà la prima volta al Provinciale

Torna la musica dance nelle classifiche: il fenomeno Kungs

Un nuovo post su Freedom, il blog di DJ Vince

Breve guida al Green Pass sui luoghi di lavoro dopo la fine dello stato...

Termina lo stato di emergenza, quali cambiamenti sono previsti? Torna "Il lavoro, spiegato bene", il blog del consulente del lavoro ed euro-progettista Sergio Villabuona

Mangiar sano

Torna "Punto Salute News", il blog del dottor Andrea Re