giovedì, Febbraio 29, 2024

Maltrattamento di animali, denunciata una donna a Santa Ninfa

I Carabinieri hanno constatato che teneva sei cani meticci, sprovvisti di microchip, in ambienti malsani e malnutriti

Una donna di 72 anni è stata denunciata dai Carabinieri della Stazione di Santa Ninfa per maltrattamento di animali.
I militari dell’Arma hanno constatato che deteneva sei cani meticci, sprovvisti di microchip, in ambienti malsani e in condizioni tali da pregiudicarne il benessere, tra i loro stessi escrementi e malnutriti.

I Carabinieri intervenuti insieme ad un medico veterinario dell’ASP di Trapani, hanno effettuato il sequestro preventivo degli animali che, nell’attesa di individuare una sistemazione idonea, sono stati affidati ai volontari dell’Organizzazione Internazionale Protezione Animali.

Esultanza Trapani. Foto: Joe Pappalardo

Provinciale sotto i riflettori: in serale le partite di Imolese e Siracusa [AUDIO]

L'inizio delle due sfide è previsto per le 20:30, per il ritorno di Coppa Italia cambia anche la data
Nei prossimi giorni la decisione del gup del Tribunale di Trapani
Presenti anche gli sportivi del Trapanese destinatari delle benemerenze CONI consegnate lo scorso dicembre
Coinvolte dodici persone che si occuperanno della cura del Verde a Favignana
"Impossibile garantire alla comunità una regolare distribuzione idrica con mezzi alternativi"

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Sogni veri di una vita inventata

Una seconda possibilità è una grande dimostrazione di amore e compassione verso me stesso e potrebbe rappresentare un passo importante per la mia crescita...

Do you remember 2023?

Torna il blog di Andrea Castellano e si tuffa nell'anno appena passato: dalla crisi alla rinascita
"Esperienza positiva, contento di avere avuto l'opportunità di rappresentare la mia gente" ha dichiarato l'ala granata
Il primo dirigente della Polizia di Stato ha all'attivo una lunga e articolata carriera
Un violento nubifragio si è abbattuto sulla cittadina
Con le donne migranti del centro SAI e l'associazione Il Mulino
Si tratta di sistemi di ancoraggio e relitti potenzialmente pericolosi per ecosistema e bagnanti