Mafia, vasta operazione contro i clan di Trapani, Valderice e Custonaci [VIDEO]

Tra gli arrestati un esponente di spicco della precedente giunta municipale di Custonaci

AGGIORNAMENTO ORE 12
Sono 37, in totale, le persone coinvolte nell’indagine della Dda di Palermo che ha portato in carcere 17 soggetti e ai domiciliari altre 4 persone. DIA,  Questi i nomi di coloro che sono stati sottoposti a custodia cautelare in carcere: Pietro Armando Bonanno, Trapani, 64 anni; Andrea Maurizio Buzzitta, Erice, 55 anni; Giuseppe Costa, Custonaci, 60anni; Santo Costa, Erice, 63 anni; Gaetano Gigante, Trapani, 65 anni; Luigi Grispo, 41 anni, Erice; Vittorio Giuseppe Grispo, 40 anni, Erice; Carlo Guarano, 57 anni, Custonaci; Andrea Intercola, 33 anni, Palermo; Francesco Lipari, Trapani, 63 anni; Paolo Magro, 59 anni, Custonaci; Giuseppe Maltese, 66 anni, Valderice; Vito Manzo, 60 anni, Trapani; Giuseppe Maranzano, 59 anni Valderice; Vito Mazzara, 75 anni, Custonaci; Roberto Melita, 57 anni, Trapani; Francesco Todaro, 68 anni.
Agli arresti domiciliari sono stati posti Gaetano Barone, 72 anni, Valderice; Mario Mazzara, 74 anni, Custonaci; Mariano Minore, 71 anni, Trapani; Giuseppe Zichichi, 79 anni, San Vito Lo Capo.
***

La Direzione Investigativa Antimafia, la Polizia e il Nucleo Investigativo del Comando Provinciale Carabinieri di Trapani hanno dato esecuzione ad una ordinanza di custodia cautelare emessa dal Tribunale di Palermo, su richiesta della locale Procura della Repubblica – Direzione Distrettuale Antimafia, con cui sono state disposte 21 misure restrittive di cui 17 di custodia cautelare in carcere e 4 ai domiciliari, nei confronti di altrettante persone ritenute appartenenti alle famiglie mafiose di Custonaci, Valderice e Trapani, appartenenti al mandamento di Cosa nostra del capoluogo.

Contestualmente sono state eseguite numerose perquisizioni anche nei confronti di altri soggetti indagati a piede libero ed è stata acquisita documentazione tecnico-amministrativa e contabile presso il Comune di Custonaci: tra gli arrestati, infatti, figura un esponente di spicco della precedente giunta municipale custonacese, mentre un ex sindaco e un consigliere comunale di maggioranza in carica, tutti indagati a piede libero, sono stati oggetto di perquisizione.

L’operazione congiunta denominata “Scialandro”, durata due anni, a cui hanno lavorato la DIA di Palermo e Trapani, la Squadra Mobile della Questura di Trapani, e il Nucleo Investigativo dell’Arma dei Carabinieri di Trapani, ha permesso di raccogliere a loro carico gravi indizi di colpevolezza per reati di natura associativa di stampo mafioso o, comunque, per reati connotati dall’aggravante mafiosa.

“Le indagini – si legge nella nota diffusa alla stampa – hanno portato alla luce sinergie e rapporti opachi tra esponenti della vecchia amministrazione comunale di Custonaci e le consorterie mafiose grazie ai quali queste ultime riuscivano ad imporre all’ente locale i nominativi dei beneficiari di contributi economici per far fronte alle condizioni di disagio dovuto alla pandemia da Covid-19, o a pilotare l’affidamento di appalti pubblici in favore di ditte colluse o a loro riconducibili, anche per interposta persona, una delle quali aveva proceduto all’assunzione fittizia di un ergastolano allo scopo di consentirgli di beneficiare della semilibertà”.

Il controllo socio-economico del territorio sarebbe stato attuato anche attraverso estorsioni e intimidazioni nei confronti dei titolari di aziende agricole per dissuaderli dall’acquisto di terreni finiti nel mirino dei sodalizi mafiosi. VIDEO

Trapani Baskin Open Day, festa dello sport inclusivo [AUDIO]

Ne abbiamo parlato con Filippo Frisenda,  delegato regionale EISI
Uno strumento per avvicinare il pubblico, specie quello giovanile, alla conoscenza del Museo
La società del presidente Valerio Antonini completerà l'impianto per renderlo fruibile
Tre giorni all'insegna della cultura del mar, della musica e della gastronomia
A Trapani confermato il già commissario straordinario Ferdinando Croce

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Vita di un conduttore radiofonico notturno

La notte non è fatta solo per dormire e sognare, durante la notte tutto ha un sapore diverso. E la notte la radio ha...

Bentornata Serie A

Riposte bandiere e striscioni, asciugati i sudori, proviamo a riavvolgere il nastro di questa stagione
Il duo, formato da Michele Simonte e Pietro Rizzo vanta collaborazioni con Djs nazionali e internazionali, recentemente con gli italiani più conosciuti al mondo i Meduza
La sindaca Daniela Toscano ribatte alle affermazioni del consigliere comunale Vincenzo Maltese
Lo scopo della promozione è raccogliere nuovi sguardi e riflessioni sulla vasta gamma di identità differenti e di possibili modi in cui le persone possono legittimamente esprimere il proprio genere
Si tratta di un servizio organizzato dal comitato locale della Croce Rossa per le persone che vorranno assistere alla processione del 21 giugno in Piazza Castello