Mafia, la DIA confisca beni a due imprenditori di Castelvetrano [VIDEO]

Per un valore complessivo stimato in circa 4,5 milioni di euro

Eseguito dagli uomini della DIA di Trapani il decreto di confisca, emesso dalla Sezione Penale e Misure di Prevenzione del Tribunale di Trapani, che riguarda l’intero patrimonio di Marco Giovanni Adamo e del figlio Enrico Maria, imprenditori originari di Castelvetrano attivi nel settore del movimento terra e dell’edilizia.

Entrambi sono molto noti nella cittadina belicina per il loro impegno in politica, in particolare Enrico Maria Adamo che ne è stato anche assessore e consigliere comunale.
I due, già raggiunti nel 2017 dal sequestro anticipato del patrimonio societario, immobiliare e mobiliare, erano emersi nell’ambito dell’operazione “Eva”, condotta dalla DIA, che aveva evidenziato, tra l’altro, l’esistenza di legami con ambienti mafiosi trapanesi e agrigentini per l’aggiudicazione di importanti appalti di opere pubbliche e private come le condotte idriche per la distribuzione delle acque della diga Delia, il metanodotto tra Menfi e Mazara del Vallo e l’acquedotto Montescuro Ovest.

Marco Giovanni Adamo, in particolare, avrebbe beneficiato dell’appoggio del clan capeggiato da Matteo Messina Denaro e suo figlio ne avrebbe seguito le orme divenendo amministratore delle aziende di famiglia quando il padre temeva di essere raggiunto da provvedimenti giudiziari.

Enrico Maria Adamo avrebbe consentito l’infiltrazione mafiosa delle imprese di Lorenzo Cimarosa, all’epoca uno dei referenti imprenditoriali di Cosa nostra nei lavori per la realizzazione del Centro comunale polifunzionale di Castelvetrano, formalmente aggiudicati ad una impresa ragusana poi raggiunta da un provvedimento interdittivo della Prefettura di Trapani.
I rapporti degli Adamo con Cosa nostra sono stati confermati anche da alcuni collaboratori di giustizia.

Il provvedimento di confisca, emanato in accoglimento della proposta formulata dal direttore della DIA, scaturisce dalle risultanze investigative della Sezione di Trapani che hanno permesso, da un lato, di dimostrare la pericolosità sociale dei due imprenditori e, dall’altro, di rilevare la differenza tra i redditi dichiarati e le loro effettive disponibilità.

La confisca riguarda l’intero capitale sociale e il patrimonio aziendale di tre imprese, numerosi appartamenti, terreni, automezzi, un’imbarcazione da diporto, conti correnti bancari e disponibilità finanziarie, per un valore complessivo stimato in circa 4,5 milioni di euro.

Nei confronti dei due è stata applicata anche la misura di prevenzione della sorveglianza speciale di pubblica sicurezza: per la durata di tre anni e sei mesi con obbligo di soggiorno nel comune di residenza per Marco Giovanni Adamo e di due anni e sei mesi con obbligo di soggiorno nel comune di residenza per il figlio Enrico Maria. GUARDA IL VIDEO

 

Trapani, “tantu nenti e tantu assai” tra lirica di tradizione e cibo d’attrazione [EDITORIALE]

Mai accaduto prima, una fiera di piazza ed una "prima" a teatro potrebbero causare qualche inconveniente, soprattutto politico
Potrà accedere agli impianti solo 10 minuti prima dell'inizio e dovrà uscire non oltre i 10 minuti dal termine delle partite
Il 47enne è rimasto schiacciato da un camion
Sanzionato il titolare, l'Asp dispone sospensione attività della cucina
Contributi riconosciuti a tutte le Amministrazioni comunali del Trapanese
Il 30enne indiano apparterrerebbe ad un’associazione dedita al traffico di armi e alla commissione di estorsioni e omicidi
I curatori, Marco di Capua, Giordano Bruno Guerri e Pasquale Lettieri, presenteranno i capolavori esposti
Ha firmato un contratto fino al 30 giugno 2026
Rafforzata la contrattazione nazionale con il potenziamento di alcuni capitoli tra cui Salute, sicurezza e ambiente
"Bisogna diffidare da queste promozioni. Non esistono formule magiche, nessuno regala nulla"

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Vita di un conduttore radiofonico notturno

La notte non è fatta solo per dormire e sognare, durante la notte tutto ha un sapore diverso. E la notte la radio ha...

Bentornata Serie A

Riposte bandiere e striscioni, asciugati i sudori, proviamo a riavvolgere il nastro di questa stagione
Prolungati i contratti a tre protagonisti della passata stagione agonistica
Mai accaduto prima, una fiera di piazza ed una "prima" a teatro potrebbero causare qualche inconveniente, soprattutto politico
Nelle ultime due stagioni agonistiche ha militato nel Modena in Serie B
Da lunedì 15 a sabato 20 luglio San Vito Lo Capo accoglierà registi, autori, attori, appassionati e anche turisti che per cinque giorni potranno godere di diverse proiezioni
Un'estate tra jazz, Tiromancino, presentazione di libri, spettacoli teatrali e cibo
Il 30enne attaccante senegalese arriva da svincolato.
In occasione dell'anniversario della strage di via D'Amelio
I rifiuti erano ammassati su una parte di un terreno in contrada Ciappola