“Luci dal Mediterraneo” a Marsala, gli eventi in programma

Un ricco programma che abbraccia storia, archeologia, tradizioni e musica dei popoli d'Europa

Con la “Festa dell’Europa” di giovedì prossimo – un incontro con le Scuole nell’I.C. Mario Nuccio – si apre a Marsala il calendario degli eventi che caratterizzano la prima fase di “Luci dal Mediterraneo”. È questo il filo conduttore che – da maggio a dicembre – annoda tante iniziative che, avviate a Marsala, raggiungeranno anche Assisi nel nome dell’Amicizia e della Pace, evidenziando best practices nel solco di un futuro sostenibile e solidale.

“Luci dal Mediterraneo – sottolinea sindaco Massimo Grillo – è un percorso culturale che pone Marsala al centro di un ricco programma che abbraccia storia, archeologia, tradizioni e musica dei popoli d’Europa. Quella del 2024 sarà poi un’edizione particolarmente significativa, che vedrà Marsala diventare protagonista di tre eventi unici: l’inaugurazione del primo Museo del Vino dedicato a John Woodhouse e la pubblicazione da parte delle Poste Italiane di un francobollo dedicato ai 250 anni del vino Marsala. Poi l’edizione speciale dello Zecchino D’Oro di Marsala, da un’idea dell’Antoniano di Bologna per celebrare la musica come strumento di Pace, con i bambini marsalesi protagonisti. Luci dal Mediterraneo si concluderà ad ottobre, nella città di Assisi, con la donazione del vino della nostra città al Sacro Convento per la celebrazione eucaristica. Un evento straordinario a suggello del fraterno gemellaggio tra Marsala e Assisi”.

Il tema del primo appuntamento del 9 maggio, “Dall’Unità d’Italia all’Europa dei Popoli” introduce alle “Manifestazioni Garibaldine” di sabato 11. Nella giornata in cui ricorre lo storico Sbarco dei Mille, anche il ricordo delle Vittime civili del 1943 e la presentazione del Libro “11 maggio 1860” di Luigi Mascilli Migliorini a cura della Strada del Vino di Marsala, in collaborazione con il Centro Studi Internazionale Risorgimentali e Garibaldini. A seguire, l’inaugurazione dell’area pedonale in via Cammareri Scurti – uno spazio da vivere in tutta sicurezza per giovani e meno giovani – e, in serata, il concerto di Lidia Schillaci con la sua Woman Orchestra al Teatro Impero.

Domenica 12, poi, un momento tanto atteso dalla Città: l’apertura del Museo del Vino Marsala, dedicato a John Woodhouse. L’evento a Palazzo Fici – allietato dal jazz di Roberta Genna – sarà sottolineato con un annullo filatelico curato dalla Poste Italiane. In più, l’inaugurazione del Museo coincide anche con l’intitolazione di una sala a Marisa Leo (donna del vino vittima di femminicidio), cui l’artista Fabio Ingrassia ha dedicato un’opera pittorica.

Nel solco di “Luci dal Mediterraneo” si colloca anche “Mediterraneamente”, un messaggio di solidarietà e pace che i bambini della città lanciano attraverso il libro e la musica. Coordinato dal Circolo didattico “On. Franceso De Vita”, il “Festival dei Piccoli lettori” si sviluppa in tre giornate (dal 17 al 19) con un programma ricco e coinvolgente, tra incontri con gli autori e laboratori di lettura. A conclusione dell’iniziativa, lunedì 20 maggio, l’ideale “Viaggio nel Mediterraneo” sarà accompagnato dalle canzoni dello Zecchino d’Oro dell’Antoniano di Bologna. Il concerto rock della band “Reale” (giovedì 23) e la “Giornata Mondiale dei Bambini” (25 e 26 maggio) chiuderanno questa prima fase di “Luci dal Mediterraneo” le cui iniziative dedicate alla pace e al valore delle comunità continueranno fino al prossimo dicembre.

Andrea Devicenzi e Lombardo Bikes sulla strada del Blues [AUDIO]

Un viaggio in bicicletta che porterà il pluricampione paralimpico a percorrere le 1600 miglia della Route 61 da Chicago a New Orleans
Un viaggio in bicicletta che porterà il pluricampione paralimpico a percorrere le 1600 miglia della Route 61 da Chicago a New Orleans
Assegnati oltre 3 milioni di euro dal Ministero per realizzare le strutture a Bosco e ad Amabilina
Per realizzare, adeguare o ampliare la viabilità al servizio delle aree rurali e delle aziende agricole
Nel 350° anniversario della sua apparizione a Santa Margherita Maria
"La corsa contro il tempo per inserire l'opera nell'Accordo di sviluppo e Coesione –FSC è seria e impegnativa"
Petit, nome d’arte di Salvatore Moccia, giovane artista classe 2005, finalista dell’edizione 2023 di “Amici” che ha appena pubblicato “PETIT”, il primo EP omonimo

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Vita di un conduttore radiofonico notturno

La notte non è fatta solo per dormire e sognare, durante la notte tutto ha un sapore diverso. E la notte la radio ha...
Trapani Shark-Udine

Bentornati play-off

Ne parliamo con Giacomo Incarbona
Garantita solo la diretta streaming sul canale YouTube della lega