Loggia “anomala” di Castelvetrano: iniziato il processo per 18 imputati

Avviato stamane davanti al Tribunale di Trapani il processo sui componenti di una loggia massonica “anomala” di Castelvetrano, imputati per aver violato la Legge Anselmi, lucrando su false pensioni di invalidità ai fini politici.
Gli altri reati contestati sono quelli di corruzione, induzione indebita, concussione, traffico di influenza illecita, truffa, falso, rivelazione segreti di ufficio.

Un’udienza breve – come riporta un lancio AGI- durante la quale alcuni dei legali dei 18 imputati hanno chiesto nuovamente il riconoscimento dell’incompetenza territoriale dei giudici di Trapani, invocando il trasferimento degli atti al Tribunale di Palermo.

All’indomani del blitz “Artemisia” del marzo 2019 il Riesame aveva accolto le richieste dei legali, fino alla decisione, a sezioni unite, della Cassazioneche aveva riconosciuto la competenza del Tribunale di Trapani. Oggi la richiesta è stata avanzata anche dal legale di Giovanni Lo Sciuto, ex deputato dell’Assemblea Regionale Siciliana, principale imputato e accusato “quale socio promotore e occulto della loggia” di aver “costituito, organizzato e diretto l’associazione e, allo scopo di gestirne l’attività e realizzarne gli scopi, sviluppando una fitta rete di conoscenze nei settori della politica, delle Forze dell’ordine, dei professionisti, dell’imprenditoria e della dirigenza pubblica”.

Assieme a Lo Sciuto sono a processo anche Paolo Genco, presidente dell’ente di formazione Anfe, e il medico Rosario Orlando, rappresentante di categoria all’interno delle commissione invalidità le civili dell’Inps.

La violazione della Legge Anselmi viene contestata dalla Procura di Trapani al braccio destro e segretario personale dell’ex deputato Giuseppe Berlino, all’ex sindaco di Castelvetrano, Felice Errante, a Luciano Perricone, candidato a sindaco dopo di lui, all’ex vice sindaco Vincenzo Chiofalo, al commercialista Gaspare Magro e al poliziotto Salvatore Passanante, per tanti anni in servizio a Castelvetrano e interfaccia della Dda di Palermo anche per le ricerche di Messina Denaro.

A presiedere il collegio giudicante sarà il giudice Franco Messina che, nei primi anni Novanta, aveva rappresentato la Pubblica Accusa nel celebre processo sulla loggia “Iside 2” scoperta all’interno del Circolo “Scontrino” di Trapani

Trapani Baskin Open Day, festa dello sport inclusivo [AUDIO]

Ne abbiamo parlato con Filippo Frisenda,  delegato regionale EISI
Sarebbero state rimpinguate con sabbia proveniente da altri luoghi
L’iniziativa è frutto della preoccupante carenza idrica che sta colpendo la Sicilia
Prevista l'istituzione di un fondo specifico destinato al finanziamento dei riti della Settimana Santa iscritti al REIS
Sarà l'occasione per scoprire il paesaggio incontaminato, dove la natura ha ripreso il sopravvento, dopo il devastante incendio di un anno fa
Un'opportunità per affrontare i temi cruciali della tutela dell'ambiente e dello sviluppo sostenibile
Duo di producers multiplatino con più di tre milioni di ascoltatori mensili su Spotify

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Vita di un conduttore radiofonico notturno

La notte non è fatta solo per dormire e sognare, durante la notte tutto ha un sapore diverso. E la notte la radio ha...

Bentornata Serie A

Riposte bandiere e striscioni, asciugati i sudori, proviamo a riavvolgere il nastro di questa stagione
"Nel programma approvato a maggio abbiamo puntato sulla qualità degli eventi che si articolano da giugno a settembre"
"Il Comune di Trapani si faccia trovare pronto con un progetto unitario per accedere alle risorse della rigenerazione urbana"
L’evento sarà un'occasione significativa per esplorare approfonditamente gli aspetti naturalistici e culturali dei paesaggi delle due isole vulcaniche
La selezione, rispondendo in primis al principio di sostenibilità, ha elaborato un cartellone che prenderà il via a metà luglio e durerà tutta l’estate
Nell'occasione si presenta il libro “Pietro il pescatore pastore” di don Fabio Pizzitola