L’intimidazione a Mario Carta, Guarnotta (Trapani Servizi): “Un atto gravissimo”

“L’atto intimidatorio subito stasera dal geometra Carta è di una gravità assoluta. Allo stesso, a titolo personale e quale amministratore unico della Trapani Servizi va la mia piena solidarietà”.

È il primo commento di Carlo Guarnotta, l’amministratore unico della Trapani Servizi in merito all’intimidazione subita da Mario Carta, capo impianto della discarica di Borranea. Un uomo ha atteso che Carta si allontanasse da casa assieme alla moglie per cospargere la sua auto di liquido infiammabile. Non è riuscito, però, a darvi fuoco perchè Carta era tornato a casa, scoprendo il tentativo di incendio della vettura e facendo fuggire l’incendiario.

“Quella subita da Carta – continua Guarnotta – è un azione vile ed auspico che gli organi inquirenti possano, nel più breve tempo possibile, venirne a capo. Anche per dare la giusta serenità a Mario Carta ed alla sua famiglia”.

Solidarietà a Mario Carta è stata espressa anche dal sindaco Giacomo Tranchida.

Fileccia v/s Barbara, polemica a suon di “Pop Fest” [AUDIO e VIDEO]

Barbara "In estate tornerà la ruota panoramica", Fileccia "Se è così, la prossima festa di capodanno la organizzo io!"
Sono il 51enne Francesco Marchese, la 43enne Giuseppa Valentina Piccione e la 43enne Donatella Ingardia
Non metteva post pubblici, ma utilizzava molto la messaggistica privata
Sabato 28 e domenica 29 aprile nella piazza ex Mercato del pesce
"Su altre opere candidate dal Comune di Trapani si aprirà un tavolo di confronto con la governance della ZES"

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Sogni veri di una vita inventata

Una seconda possibilità è una grande dimostrazione di amore e compassione verso me stesso e potrebbe rappresentare un passo importante per la mia crescita...

Do you remember 2023?

Torna il blog di Andrea Castellano e si tuffa nell'anno appena passato: dalla crisi alla rinascita
Gli studenti di alcune scuole primarie parteciperanno ad una visita teatralizzata
Dopo la notifica della misura della custodia cautelare in carcere aveva accusato un malore