Lascia la comunità a cui era affidato in prova, 27enne arrestato dai Carabinieri

Deve scontare 5 anni e 11 mesi di reclusione

Custodia cautelare in carcere per un 27enne che si trovava sottoposto alla misura alternativa dell’affidamento in prova presso una comunità a seguito di una condanna. Il provvedimento emesso dall’Ufficio di Sorveglianza del Tribunale di Trapani é stato eseguito dai Carabinieri della Stazione di Trapani Borgo Annunziata.

Il giovane deve scontare 5 anni e 11 mesi di reclusione per aver commesso, tra il dicembre 2012 e il maggio 2018, diversi furti in abitazione a Paceco, appropriandosi complessivamente di quasi 2 mila euro in contanti, e per aver dato fuoco ad alcune auto in sosta a Trapani.
Dopo un periodo di permanenza all’interno della comunità, l’uomo se n’è allontanato arbitrariamente senza farvi ritorno e senza dare comunicazione dei suoi spostamenti.

La violazione è stata documentata dai Carabinieri della Stazione che ne hanno informato l’Autorità giudiziaria che ha revocato la misura alternativa in atto. Il 27enne è stato rintracciato e condotto alla Casa Circondariale “Pietro Cerulli” di Trapani.