La vigilia di Trapani-Canicattì, Torrisi: “Difesa e contropiede le loro chiavi”

Il mister ha chiesto anche di sostenere i granata al Provinciale per quello che potrebbe essere un match spartiacque

Partita che potrebbe essere decisiva per l’andamento del girone I di Serie D: il Trapani affronterà il Canicattì al Provinciale domenica pomeriggio e, in caso di vittoria, i granata andrebbero a +7 in classifica sul Siracusa, che osserverà il turno di riposo.

Il tecnico del Trapani, Alfio Torrisi ha presentato così la partita: “Nelle ultime 5 partite il Canicattì ha invertito la rotta, vincendo anche in rimonta contro il Ragusa. Hanno una guida importantissima per questa categoria e questo alza sicuramente il coefficiente di difficoltà della gara. Per DNA hanno un’impronta difensiva importante e ripartono bene in contropiede. Dobbiamo stare in guardia perché in trasferta fanno molto bene e non dobbiamo sbagliare l’atteggiamento”.

“Non abbiamo fatto benissimo a Casalnuovo, ma non penso che il discorso sia legato al centrocampista in più o in meno. Kragl ha giocato da mezz’ala a piede invertito, ma a prescindere dal sistema di gioco è stato un match difficile per via del campo stretto e della loro densità. Abbiamo dimostrato però ancora una volta che alla fine ci prendiamo quello che vogliamo, abbiamo creato 5 occasioni da gol e questo ci dà il merito pieno del successo” ha aggiunto il mister.

Torrisi ha parlato anche del nuovo acquisto, Montini: “Ha delle caratteristiche più da prima punta, ma in delle occasioni potremmo utilizzarlo anche insieme ad un altro attaccante in campo. Lo aspettiamo e sarà disponibile per la gara contro il Locri”.

“Dobbiamo avere pazienza per domani – ha evidenziato -, dovremo essere bravi a muovere velocemente la palla per trovare l’imbucata, dovremo stare attenti perché non possiamo perdere il pallone e fermarci, ma dobbiamo rincorrere l’avversario e l’attenzione deve essere massima”.

“Se domani questa partita sarà spartiacque è per quanto i ragazzi hanno fatto fino ad oggi. Il percorso svolto deve iniziare a dare i primi verdetti. La mentalità vincente che la squadra ha iniziato a costruire da luglio si è vista in ogni partita e abbiamo affrontato ogni gara come una finale. Il focus deve essere la conquista dei 3 punti perché la somma di tutti questi ci porta verso il nostro traguardo. Mancano 12 partite e dovranno essere 12 finali, questo a noi viene semplice perché abbiamo sempre fatto così”.

“Questa squadra non ha turnover, ma solo soluzioni, 30 giocatori che possono dare sempre qualcosa in più perché freschi. Balla sta bene, ha alzato anche il livello dell’allenamento e pian piano si sta riconquistando spazio. Qui non è semplice dare continuità perché bisogna cercare sempre il modo giusto di inserire chi non ha giocato precedentemente”.

“Il Trapani è diventato squadra? Per noi dello staff può essere la cosa più bella che si può sentire. Il presidente ha comprato la migliore stoffa e ha dato a noi sarti il compito di cucire un abito. Oggi posso dire che ho l’onore di allenare questa squadra. Il presidente vuole che tutto vada bene e ci mette a disposizione sia i mezzi economici per non dare alibi a nessuno, sia la gestione umana e questo non si può improvvisare” ha affermato Alfio Torrisi.

“Sparandeo sarà indisponibile domani, per il resto tutti a disposizione. Cambieremo anche 4 o 5 elementi che torneranno poi contro l’Andria e questo è naturale con la rosa che abbiamo a disposizione, ora valuteremo con lo staff le ultime scelte in vista del Canicattì”.

Torrisi ha parlato anche di appagamento: “Un vincente non può mai pensare di non continuare a vincere e adesso che il traguardo si avvicina, lo intravediamo, sarebbe da folli abbassare la guardia. Noi pensiamo sempre all’obiettivo e di quello che potrà succedere una volta raggiunto, dobbiamo avere fame. Un uomo si gratifica con se stesso con il raggiungimento degli obiettivi. È ora di avere un po’ di onestà intellettuale e di riconoscere i meriti altrui, anche nella vita. Se qualcuno ha fatto meglio di me vuol dire che ha fatto qualcosa che io non ho fatto. Dobbiamo avere un po’ di sportività in più in generale”.

“Sui calci piazzati abbiamo costruito la nostra classifica a inizio stagione – ha dichiarato -. Domani potrebbero essere un fattore determinante visto che affrontiamo una squadra che difende col baricentro molto basso. In alcune partite ci troviamo con meno centimetri per scelte di formazione ed è chiaro che si provano soluzioni diverse con il pallone in movimento”.

“Cosa migliorare ancora? Deve essere graduale e continuo, non possiamo avere la pancia piena. Bisogna migliorare su tutti gli aspetti come la gestione della partita, l’aspetto mentale e soltanto così ci prepariamo alla domenica per conquistare punti. Gli obiettivi giornalieri ci servono da stimolo e se qualcuno a Trapani non è ancora felicissimo dobbiamo lavorare anche per questi pochi individuo”.

Infine, il mister si è soffermato sul riempimento del Provinciale domenica pomeriggio, dove ci si aspetta una grande quantità di tifosi sugli spalti pronta a sostenere i granata per quello che potrebbe essere il vero spartiacque della stagione.

Trapani Baskin Open Day, festa dello sport inclusivo [AUDIO]

Ne abbiamo parlato con Filippo Frisenda,  delegato regionale EISI
"I disagi e il clima di tensione che si vive in azienda sono peggiorati e i lavoratori sono stanchi e disillusi”
Letture ad alta voce e laboratori in biblioteca a partire dal 17 giugno
Con effetto immediato e fino al prossimo 31 dicembre
Ventuno milioni per le famiglie siciliane per gli affitti del 2022
La strada provinciale Valderice - Erice, parte del tracciato di gara, fino al bivio di Martogna, sarà chiusa al traffico dalle 7:30 alle 15:30
Gli eventi prenderanno il via il 10 luglio e si concluderanno il 28 agosto, tutti con inizio alle ore 21:30
Questa domenica va in scena la compagnia "Piccolo Teatro" di Alcamo con "Tintu... cu è ca ci ncagghia"

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Vita di un conduttore radiofonico notturno

La notte non è fatta solo per dormire e sognare, durante la notte tutto ha un sapore diverso. E la notte la radio ha...

Bentornata Serie A

Riposte bandiere e striscioni, asciugati i sudori, proviamo a riavvolgere il nastro di questa stagione
L'Assessorato dei Beni culturali della Regione Siciliana cofinanzia la produzione
Sul posto Vigili del fuoco, Protezione civile comunale e Forestale
"Decisioni su progetti di grande impatto ambientale devono essere prese con il coinvolgimento delle comunità locali"
Incrementerà la portata d’acqua a disposizione della città di 15 litri al secondo