La terra della “Rinascita” tra luce, colori, emozioni in mostra [AUDIO]

"Rinascita" la mostra di Mirella Petrolati, dal 15 al 23 aprile al Palazzo Cavarretta al centro di Trapani

Può un paesaggio, un panorama, un ambiente fatto di colori, luce, persone e accoglienza, cambiarti la vita? Al punto di procurare un’autentica “rinascita”? A quanto pare alla nostra latitudine è possibile. E’ accaduto a Mirella Petrolati che ha voluto raccontare la sua storia a Trapanisì.it in questa intervista. Mirella è una felice nonna romana che da novembre vive entusiasta nella nostra terra, dopo aver venduto la sua casa dove aveva vissuto fino ad allora. Potrebbe essere un bel segnale di incoraggiamento a chi invece da questa terra vuole scapparsene. Per ascoltare schiaccia PLAY:

Dalla brochure di presentazione della mostra “Rinascita” dal 15 al 23 aprile al Palazzo Cavarretta al centro di Trapani, la presentazione di Carla Messina:

I Colori della Rinascita
Pablo Neruda, il famoso poeta cileno, affermava che “non basta nascere ma è necessario rinascere ogni giorno della nostra vita”.

Rinascita significa cambiamento: invertire la rotta, navigare mari sconosciuti per  allontanarsi da una terra diventata ostile alla ricerca di un approdo felice per il corpo e per l’anima. La storia personale e artistica di Mirella Petrolati racconta l’esigenza di cambiare vita allontanandosi dalle proprie radici e dal proprio mondo, perché spesso gli addii sono fonte di progresso, di liberazione e di rinascita. La Sicilia, terra del mito tra Europa e Africa con i suoi profumi, i suoi straordinari colori e la sua luce abbacinante, diventa dunque per la pittrice romana un porto sicuro nel quale riemergono le antiche passioni giovanili e i ricordi dell’adolescenza legati alla frequentazione del Liceo Artistico Sant’Orsola di Roma.
Ecco, così che tele e pennelli doneranno una nuova vita alla Petrolati, che nella sua nuova dimora, nel suggestivo Golfo di Bonagia, nel trapanese, inizia a trasferire sulla tela bianca momenti, sentimenti e pensieri fluttuanti che testimoniano l’antico passato e l’attuale presente con uno sguardo al futuro. 

Nella nuova dimora siciliana la rinascita diviene creatività, voglia di sperimentare: quasi una sorta di flusso vitale che ricomincia a scorrere da dove si era interrotto, attraverso le forme e i colori che la pittrice stende sulla tela guidata da movimenti quasi inconsci che rievocano i momenti della sua nascita ma soprattutto del suo quotidiano divenire.
Corpi senza volto, torsioni e incastri di creature surreali che si stagliano su sfondi colorati (dal bianco al giallo al blu marino) narrano il mondo interiore dell’artista, caratterizzato dalla Forza, Il Rispetto, Le identità a confronto e soprattutto dalla Dualità che significano per la Petrolati, il passaggio dalla prima alla seconda vita. Non a caso opere come Regina madre e Maternità rappresentano, nella fattispecie, non solo colei che dona
la vita ad un altro essere ma soprattutto chi la ridona a se stessa.
Mentre soggetti come Le Mietitrici, Vento d’Oriente e Vento trainante, indicano figure e paesaggi orientali tanto amati dalla pittrice in cui il colore diventa assoluto protagonista conferendo dinamismo alle forme e ai personaggi rappresentati. Queste prime prove d’artista di Mirella Petrolati, che ha scelto la Sicilia come luogo ideale in cul ritrovare se stessa e in cui iniziare un nuovo cammino, indicano il fermo convincimento che è possibile un cambiamento all’insegna dell’arte e della creatività, con la voglia di rimettersi  continuamente in gioco, raccontandosi attraverso la tela che diventa una sorta di libro della vita in cui ogni pagina è un momento unico a cui associare forme e colori.

Carla Messina

Il “Battesimo di Cristo” dal pennello di Edoardo La Francesca [AUDIO]

Il pittore trapanese ha dipinto la tela che adornerà la chiesa di San Giuseppe a Castellammare del Golfo
Sanzioni per un gruppo di turisti, un gestore di lido balneare e un noleggiatore di attrezzature da spiaggia
La notizia è stata comunicata durante una riunione alla Prefettura di Trapani
Quando si raggiungono i 35 gradi, in assenza di risveglio in grado di mitigare il rischio nei cantieri, bisogna interrompere le attività
Tecnici al lavoro per ripristinare l'alimentazione delle pompe che attingono acqua dai pozzi di Sinubio
Schifani e Turano: «La Regione investe sui giovani, risorse triplicate»

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Vita di un conduttore radiofonico notturno

La notte non è fatta solo per dormire e sognare, durante la notte tutto ha un sapore diverso. E la notte la radio ha...

Bentornata Serie A

Riposte bandiere e striscioni, asciugati i sudori, proviamo a riavvolgere il nastro di questa stagione
Per il nuovo film di Margherita Spampinato dal titolo "Gela"
Nel 2024 si stima che saranno raccolte 3.504 tonnellate di imballaggi in acciaio, un +40,7% rispetto al 2023
Il segretario provinciale del Partito Democratico critico sulla riforma voluta dal governo nazionale
Forgione: "La nostra priorità è mantenere le nostre isole pulite e accoglienti"