“La spiritualità è cura”, ad Alcamo la presentazione del libro della psichiatra Paola Argentino

Domani, 7 maggio, alle ore 20 alla parrocchia "Sacro Cuore"

Dal curare al prendersi cura, per approdare alla spiritualità del prendersi cura in risposta a un bisogno universale di amore, speranza, valore e dignità nelle relazioni che esiste in qualunque fase della vita, compresa quella finale: è questa l’evoluzione della ricerca di Paola Argentino, psichiatra e studiosa che, da molti anni, coordina le attività dell’Istituto di Neuroscienze e Gestalt “Nino Trapani” di Siracusa e del Master in Psico-Oncologia dell’Università Cattolica del Sacro Cuore.

Il volume “La spiritualità è cura. La forza dell’amore nel dolore” ( Mondadori Università) sarà presentato domani, 7 maggio, alle ore 20 ad Alcamo presso la parrocchia “Sacro Cuore” (viale Europa) nel corso di evento esperienziale di medicina narrativa con l’autrice.

Argentino, dopo un’esperienza personale che le ha dato la consapevolezza di come il personale ospedaliero sia impreparato a gestire in maniera sensibile il dolore di chi soffre (e anche quello dei congiunti) e alla luce dei suoi studi, ha organizzato lo scorso anno un master full immersion a Siracusa: circa 200 partecipanti provenienti da tutta Italia hanno partecipato riflettendo la base sul rapporto fra il mito e la maschera, sempre affrontate secondo i dettami della Gestalt Therapy. Subito dopo, la realizzazione del volume. In questo libro, “costruito come una matrioska, per cui ogni capitolo rinnova sorpresa, fascino e interesse” (come scrive padre Giovanni Salonia nella sua prefazione), l’autrice cuce in modo armonioso e integrato una moltitudine di saperi ed esperienze legati alla spiritual care e all’accompagnamento del paziente terminale.

A partire dalle ricerche più recenti nell’ambito delle neuroscienze, e accogliendo spunti provenienti dal passato come la medicina di Ildegarda di Bingen o la saggezza dei miti greci, Paola Argentino supera la teoria classica di Kübler-Ross sulle fasi che scandiscono il processo di elaborazione del dolore e del morire in favore di una visione basata sulla Gestalt e su una concezione integrata e olistica dell’essere umano.

L’obiettivo del lavoro con il paziente non è più la rassegnazione, bensì la “gioia di vivere” che trova un proprio canto anche nel dolore e genera una nuova pienezza. Dalla lettura di queste pagine emergono, da un lato, una nuova feconda prospettiva della resilienza, e dall’altro una concezione della psicologia sanitaria incentrata sull’ascolto e sulla condivisione empatica del dolore altrui. Come nell’antica arte giapponese del kintsugi, e come nei versi di una poesia sull’amicizia molto famosa ed erroneamente attribuita a Borges, si tratta di “raccogliere i pezzi per rimetterli a nuovo”.

Paola Argentino è medica, specializzata in Psichiatria, Psicoterapia della Gestalt, Igiene e Medicina Preventiva, con Master in Mediazione Familiare e Comunitaria. Ideatrice e co-Direttore dei Master in Psico-Oncologia, Psico-Neuro- Endocrino-Immunologia e Neuroscienze e di altri master di area psicologica e di counselling dell’Università Cattolica Sacro Cuore, presso la facoltà di Medicina e Chirurgia “Gemelli” di Roma. Dirigente del Dipartimento Salute Mentale di Siracusa con esperienza di ricerca nell’Istituto Superiore di Sanità. Autrice di numerose pubblicazioni scientifiche. Appassionata dello studio psicosociale dei miti greci, organizza da decenni convegni su queste tematiche e Summer School sulla Spiritualità del prendersi cura.

Custonaci, la Sicilia e i suoi borghi: sabato il convegno [AUDIO]

Col primo cittadino Fabrizio Fonte abbiamo parlato del terzo ed ultimo week end de "i borghi dei tesori"
I granata hanno dovuto fare i conti con uno straordinario Filippis
La Consulta delle associazioni e la Consulta per la Pace e la Cooperazione
“Se non si stanziano i fondi per l’aggiornamento del progetto, sarà stato tutto inutile”
Andava in giro di notte con un monopattino elettrico

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Vita di un conduttore radiofonico notturno

La notte non è fatta solo per dormire e sognare, durante la notte tutto ha un sapore diverso. E la notte la radio ha...
Trapani Shark-Udine

Bentornati play-off

Ne parliamo con Giacomo Incarbona
Svariati i temi trattati nell'incontro svoltosi in un clima di collaborazione
Possono accedere al beneficio le cantine sociali costituite in forma cooperativa