La piscina olimpionica resta a secco. Meno male che c’è il mare!

Benvenuti a Trapani, la città dei paradossi... Spiagge libere senza bagnini e piscine comunali senz'acqua

Certo che una piscina che, dopo due settimane dalla riapertura, nel primo weekend del grande esodo estivo, resta chiusa per… mancanza d’acqua, solo in una città dei paradossi come Trapani poteva accadere.
Questa mattina, davanti il cancello serrato della piscina comunale Olimpionica scoperta di piazzale Ilio, intorno alle 11.00 una decina scarsa di avventori, alcuni col borsone da palestra, altri in bici col cappellino ed ombrello parasole, presumibilmente stranieri, che cercavano di tradurre il cartello esposto il venerdì sera dal gestore dell’impianto.
Dare un senso ed un singificato a quanto scritto nel cartello non è difficile. Ben più arduo invece, trovare una giustificazione che possa apparire convincente a tutti i forestieri che, in queste settimane di caldo e di scirocco, di mare agitato e spiagge coperte dalla posidonia, hanno preferito al canonico e rischioso tuffo a mare, un più sicuro e rilassante tuffo in piscina con possibilità anche di una tintarella sul lettino prendisole.
Questo infatti, sono ormai abituati a fare gli stranieri che di solito il sole ed il mare lo vedono solo in cartolina ed il loro tempo estivo lo trascorrono nelle numerose piscine riscaldate del Nord.
A Trapani però, i trapanesi non sono abituati a questo tipo di servizi, ed una piscina comunale chiusa per mancanza d’acqua, è una cosa normale, come normale è lavarsi con l’acqua del supermercato perché i rubinetti sono a secco un giorno sì e l’altro pure. È normale vedere le autobotti private rifornire d’acqua a pagamento, dall’alba alle ore piccole della notte, i vari numerosi condomìni dove oltre ai condòmini, risiedono i turisti di tanti improvvisati B&B. È normale tutto ed il contrario di tutto in questa città dei paradossi dove, l’unica legge che vige è sempre la stessa da secoli: “A cu attrappa un turco è sò”, e di tutto il resto minnifutto. Perché, per risolvere i problemi di questa città, l’educazione impartita da generazioni a questo popolo, non prevede il rispetto e la salvaguardia del bene comune, ma solo la coltivazione ostinata ed ottusa del proprio orticello… quando c’è l’acqua!

Venti anni di Arte a Trapani da Diart al San Rocco [AUDIO]

Don Liborio Palmeri questa sera ricorderà una storia tutta trapanese
Situati in contrada Cozzogrande, chiusi tempo fa per presenza di nitrati
Da 2 a 3 su Karlsruhe-Baden Baden, da 4 a 5 sul capoluogo piemontese
Le prime misure individuate dalla cabina di regia regionale
Le funzioni ad interim sono state assunte dal presidente Schifani nell'attesa di una nuova nomina
Iniziativa a cadenza mensile in cui gallerie d'Arte e artisti aprono le loro porte al pubblico per visite e acquisti
I cittadini ottengono uno sgravio di 100 euro annui utilizzando la compostiera gratuita

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Sogni veri di una vita inventata

Una seconda possibilità è una grande dimostrazione di amore e compassione verso me stesso e potrebbe rappresentare un passo importante per la mia crescita...

Do you remember 2023?

Torna il blog di Andrea Castellano e si tuffa nell'anno appena passato: dalla crisi alla rinascita
L’intervento di messa in sicurezza è stato finanziato dalla Regione con 40 mila euro
Vietata la vendita di cibo e bevande in forma ambulante in alcune vie del centro storico
In piazza Vittorio l'evento che promuove la cultura del rispetto dell’Ambiente attraverso il linguaggio della Musica
Dalla perizia commissionata ad un tecnico, ammontano ad oltre 20.000 euro
Si tratta di un seminario diviso in due parti e, per decisione del Direttivo Unipant, sarà offerto gratuitamente alla cittadinanza