La destinazione “West of Sicily” presente alle Fiere di Bergamo e Bologna

Si tratta dell'Agri e Slow Travel Expo e della manifestazione dedicata al cicloturismo

Dal ieri, 31 marzo e fino a domani, 2 aprile, il Distretto Turistico della Sicilia occidentale è presente, con il brame “West of Sicily” a Bergamo all’“Agri e Slow Travel Expo” e alla Fiera di Bologna dedicata al cicloturismo.

Dopo la Borsa internazionale per il Turismo di Milano e la Fiera di Berlino la destinazione viene promossa anche attraverso la natura, l’arte, la cultura, le tradizioni e i cammini, il trekking, gli itinerari in bicicletta e i percorsi spirituali o di tradizione, tra i piccoli borghi e quei luoghi alternativi che non vengono intercettati dal turismo di massa. Il territorio trapanese viene mostrato non come semplice meta ma come un insieme di esperienze autentiche e immersive.

Alla Fiera “Agri e Slow Travel Expo” di Bergamo, saranno portate all’attenzione degli operatori, oltre a destinazioni come Erice e Salemi, anche località dalle antiche tradizioni come Valderice con la Tonnara di Bonagia, Custonaci con la grotta Mangiapane; e poi San Vito Lo Capo, Castellammare del Golfo, le isole Egadi, Paceco, con la sua Riserva Naturale delle Saline, e Buseto Palizzolo: città come Mazara del Vallo e tradizioni, come quelle legate alla Settimana Santa e alla Processione dei Misteri di Trapani; dagli Itinerari del vino, come quelli organizzati dalle cantine delle Strade del vino a Marsala, agli Itinerari del gusto da vivere su tutto il territorio.

Alla Fiera del Cicloturismo di Bologna il Distretto presenta gli itinerari cicloturistici che interessano la Sicilia occidentale: oltre 500 chilometri di ciclovie e percorsi misti che consentono di scoprire il territorio in modo lento, offrendo la possibilità di conoscere in tranquillità il luogo che si visita. Tracciati per chi pratica sport, come quelli del Parco Ciclistico Ericino, ma anche adatti a chi decide di lasciare le mete più gettonate per addentrarsi nella natura, conoscere su due ruote realtà più piccole e luoghi d’arte. Si parla anche di cammini: ilSentiero Italia Cai passa proprio da qui e la la baita di Erice rappresenta il punto di accoglienza della prima tappa di questo sentiero che collega l’Italia da Sud a Nord per più di settemila chilometri di grande bellezza.

Saranno promossi anche gli itinerari archeologici subacquei, come quello di Cala Minnola a Levanzo, Cala Gadir a Pantelleria, il porto sommerso di Capo Boeo a Marsala, il relitto del Kent e il relitto delle Macine a San Vito Lo Capo e molti altri. Ma anche il kitesurf o il windsurf praticati nella laguna dello Stagnone di Marsala, nelle spiagge di San Vito Lo Capo o di Pozzitello, la canoa e il kayak alla Riserva naturale Orientata dello Zingaro, alla riserva di Monte Cofano e Macari o allo Stagnone di Marsala.

Per chi pratica trekking e arrampicata su roccia, ci sono opportunità in tutto il comprensorio di Trapani, Erice e San Vito Lo Capo o nei dintorni di Buseto Palizzolo.
Vengono, infine, presentate numerose esperienze enogastronomiche: gli Itinerari del Gusto o delle Strade del Vino (Erice doc, Val di Mazara e Marsala doc) con i loro prodotti tipici e i sapori delle tradizioni che vantano numerosi presidi Slow Food. Ne sono un esempio l’aglio rosso di Nubiae, il sale marino, il pomodoro pizzutello e il melone giallo cartucciaro di Paceco e tre oli dop: il Valli Trapanesi, il Val di Mazara e il Valle del Belice.

“Continuiamo nel nostro percorso di promozione del territorio anche attraverso le tante esperienze che questo territorio più offrire ai viaggiatori – spiega la presidente del Distretto Turistico
Sicilia occidentale, Rosalia d’Alì – Sicuramente quello del turismo slow basato su principi di sostenibilità, dell’outdoor e degli sport all’aria aperta sono dei segmenti sempre più interessati che si possono vivere tutto l’anno e ciò consente quindi un ampliamento della stagione turistica. La presenza del Distretto alle due Fiere di settore va in questa direzione, ed è un’altra occasione per far conoscere la destinazione turistica della Sicilia occidentale sulla quale abbiamo investito energie e risorse”.

Trapani Baskin Open Day, festa dello sport inclusivo [AUDIO]

Ne abbiamo parlato con Filippo Frisenda,  delegato regionale EISI
Sarebbero state rimpinguate con sabbia proveniente da altri luoghi
L’iniziativa è frutto della preoccupante carenza idrica che sta colpendo la Sicilia
Prevista l'istituzione di un fondo specifico destinato al finanziamento dei riti della Settimana Santa iscritti al REIS
Sarà l'occasione per scoprire il paesaggio incontaminato, dove la natura ha ripreso il sopravvento, dopo il devastante incendio di un anno fa
Un'opportunità per affrontare i temi cruciali della tutela dell'ambiente e dello sviluppo sostenibile
Duo di producers multiplatino con più di tre milioni di ascoltatori mensili su Spotify

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Vita di un conduttore radiofonico notturno

La notte non è fatta solo per dormire e sognare, durante la notte tutto ha un sapore diverso. E la notte la radio ha...

Bentornata Serie A

Riposte bandiere e striscioni, asciugati i sudori, proviamo a riavvolgere il nastro di questa stagione
"Nel programma approvato a maggio abbiamo puntato sulla qualità degli eventi che si articolano da giugno a settembre"
"Il Comune di Trapani si faccia trovare pronto con un progetto unitario per accedere alle risorse della rigenerazione urbana"
L’evento sarà un'occasione significativa per esplorare approfonditamente gli aspetti naturalistici e culturali dei paesaggi delle due isole vulcaniche
La selezione, rispondendo in primis al principio di sostenibilità, ha elaborato un cartellone che prenderà il via a metà luglio e durerà tutta l’estate
Nell'occasione si presenta il libro “Pietro il pescatore pastore” di don Fabio Pizzitola