Isole minori siciliane, evitato lo stop ai collegamenti

L'accordo tra Regione e Caronte&Tourist riguarda - nel Trapanese - i collegamenti con le Egadi e Pantelleria

Scongiurato il rischio di uno stop ai collegamenti con le isole minori siciliane che sarebbe dovuto scattare ieri, 1 ottobre. La Regione, infatti, ha raggiunto un accordo con Caronte&Tourist per cui la compagnia di navigazione, fino alla conclusione della procedura negoziata attualmente in corso, gestirà il servizio in regime di mercato libero per le Egadi, le Eolie e Ustica. Firmata, invece, la proroga tecnica di un mese per i collegamenti con Pantelleria.

“Stiamo lavorando – ha detto il presidente della Regione – per fornire soluzioni concrete e durature alle criticità che si sono registrate nei collegamenti, non soltanto a tutela dell’eccezionale valore turistico di queste splendide mete, ma anche e soprattutto per garantire ai residenti il fondamentale diritto alla mobilità”.

“Doveroso, in questa circostanza, fare un ringraziamento alla compagnia di navigazione Caronte&Tourist – ha aggiunto l’assessore regionale alle Infrastrutture e alla Mobilità, Alessandro Aricò – che ha dimostrato grande senso di responsabilità garantendo il servizio ancora per le prossime settimane. A breve chiuderemo le procedure negoziate con cui affideremo i collegamenti per i prossimi cinque anni e questo ci consentirà di restituire a tutti i residenti delle isole siciliane serenità e garanzie, anche al di fuori dei mesi di maggiore afflusso turistico”.

I lotti previsti dalla procedura attualmente in corso sono quattro: il primo riguarda le isole Eolie e ha un importo complessivo di 33,6 milioni di euro circa. Il secondo, per le Egadi, ammonta a circa 14,8 milioni. Il lotto relativo ai collegamenti con Pantelleria ha un importo di circa 24 milioni di euro mentre quello per Ustica, di circa 15,5 milioni. Le cifre dei lotti sono al netto dell’Iva.

Il lotto che riguarda i collegamenti verso Lampedusa e Linosa, invece, per un importo di 40.030.723 euro, è già stato aggiudicato a Caronte & Tourist. Intanto, fino al 15 ottobre, è ancora possibile richiedere il contributo per il trasporto verso le isole minori di merci infiammabili e pericolose, voluto dal governo e gestito dall’Assessorato delle Infrastrutture e della Mobilità per compensare i maggiori costi sostenuti dalle aziende del settore.

L’Amministrazione comunale di Favignana ha espresso apprezzamento per l’accordo siglato dalla Regione con la compagnia di navigazione.”Ringraziamo la compagnia e il governo regionale – ha detto il vice sindaco di Favignana Ignazio Galuppo con delega ai Trasporti. “Auspichiamo, però, – ha proseguito l’esponente della giunta comunale – che si possa giungere in tempi rapidi all’affidamento dei collegamenti per i prossimi cinque anni. Le nostre comunità, già pesantemente penalizzate, hanno bisogno di serenità e garanzie anche al di fuori dei mesi di maggiore afflusso turistico”.

Custonaci, la Sicilia e i suoi borghi: sabato il convegno [AUDIO]

Col primo cittadino Fabrizio Fonte abbiamo parlato del terzo ed ultimo week end de "i borghi dei tesori"
Per discutere iniziative utili ad evitare che la struttura venga realizzata nel territorio trapanese
Col primo cittadino Fabrizio Fonte abbiamo parlato del terzo ed ultimo week end de "i borghi dei tesori"
Diffuso il programma di eventi delle tre giornate
Autrice del libro "La maga e il velo. Incantesimi, riti e poteri del mondo magico eoliano"
"Impensabile un’inversione di tendenza senza aumento dei trasferimenti ordinari"
"La memoria di Giovanni Falcone deve far parte della vita quotidiana di ogni siciliano"
Iniziativa dello Sportello per l'internazionalizzazione delle imprese della Regione

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Vita di un conduttore radiofonico notturno

La notte non è fatta solo per dormire e sognare, durante la notte tutto ha un sapore diverso. E la notte la radio ha...
Trapani Shark-Udine

Bentornati play-off

Ne parliamo con Giacomo Incarbona
I militari sono stati allertati dall’allarme del braccialetto elettronico
Organizzato da Giovani Imprenditori Cna Sicilia in collaborazione con Cna Trapani
Per attivare percorsi formativi su libertà fondamentali, diritti e doveri costituzionali ed educare alla cittadinanza attiva