Iperattività a scuola, l’Aifa Onlus incontra i genitori e gli insegnanti dei ragazzi “ADHD”

TRAPANI. Formare e formarsi per offrire un sostegno valido a chi ha solo bisogno di non essere considerato un “caso clinico”, ma una persona con caratteristiche specifiche da imparare a gestire. Continua il progetto “ADHD – TI ASCOLTO”, promosso dall’Aifa Onlud, l’Associazione Italiana Famiglie ADHD Onlus, di cui è referente per la Sicilia Antonino Urso. Stavolta la tappa a Trapani è l’Istituto “Nunzio Nasi” in Via Pompeo Zuccalà, di cui è dirigente scolastico Aurelia Bonura. Dopo l’assemblea plenaria di giovedì pomeriggio e durante la quale state date indicazioni precise sull’ADHD (disturbi di attenzione ed iperattività), martedì ed il 4 dicembre, di mattina, l’associazione ha programmato momenti di ascolto e consulenza agli insegnanti ed ai genitori, che potranno avvalersi a titolo gratuito degli “esperti ADHD”, volontari dell’associazione.

Altri incontri sono stati tenuti negli istituti “Marconi” di Trapani e “Mazzini” di Erice, dove è stata registrata la partecipazione di molti docenti e tanti genitori che hanno apprezzato l’iniziativa, evidenziando l’importanza delle occasioni di confronto e la necessità di non essere lasciati soli, in particolar modo il momento, in cui si trovano ad affrontare difficoltà e disturbi difficili e complessi, come quelli legati all’attenzione ed all’iperattività, molto spesso associati ad altri disturbi comportamentali e/o di apprendimento.

“La nostra associazione, attraverso questo progetto – afferma il referente regionale Urso -, prova ad offrire le prime informazioni e ad indicare i percorsi da intraprendere, ma bisogna che tutto questo sia fatto come sistema, in quanto sono necessari interventi precisi e mirati sui singoli casi, con varie figure professionali impegnate per il raggiungimento dei medesimi obiettivi: la salute ed il benessere del bambino-ragazzo; la tranquillità e la serenità della famiglia oltre che il supporto ai docenti, che troppo spesso si trovano soli ad affrontare queste situazioni complesse e difficili”.

In forza di ciò il referente regionale Antonino Urso sottolinea come pochi incontri non bastino, ma sia evidente la necessità di un intervento sistematico ed a lungo termine che “deve avere continuità e risorse”, creando, magari, grazie ad una azione sinergica, un centro di riferimento per ADHD a Trapani. Ai coordinatori di classe dell’istituto, presenti al primo incontro è stata consegnata gratuitamente una guida dal titolo “Viaggio nell’ADHD”.

Il verde pubblico a Trapani non è coltura ma… Cultura [REPORTAGE]

Una storia grottesca, quasi incredibile, di piante, divieti di sosta e sfabbricidi. Per fortuna a lieto fine
Una storia grottesca, quasi incredibile, di piante, divieti di sosta e sfabbricidi. Per fortuna a lieto fine
Accompagnerà i presenti in un viaggio culinario tra le ricette tradizionali della sua terra e le sue creazioni quotidiane
La storica dell'Arte Lina Novara nominata direttrice del Museo Diocesano

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Vita di un conduttore radiofonico notturno

La notte non è fatta solo per dormire e sognare, durante la notte tutto ha un sapore diverso. E la notte la radio ha...

Bentornata Serie A

Riposte bandiere e striscioni, asciugati i sudori, proviamo a riavvolgere il nastro di questa stagione
In via Emanuela Loi e al Museo intitolato a Paolo Borsellino
Completato il revamping di due pozzi a Castelvetrano, in dirittura di arrivo quello dei pozzi di Trapani e Calatafimi