Insabbiamento del porto di San Vito Lo Capo: interviene l’Amministrazione

L’intervento - che dovrebbe essere completato entro la prima metà del mese di maggio - consiste nell’escavazione di circa 1.320 metri cubi di sedimenti

L’Amministrazione Comunale interviene in via sostitutiva rispetto all’Ente titolare – Assessorato Regionale Territorio e Ambiente, Demanio Marittimo – per lo spostamento della sabbia, che ha interrato buona parte dell’area portuale, al fine di garantire l’agibilità degli ormeggi, la sicurezza delle operazioni di accosto ed il ripristino della navigabilità.

L’intervento – si legge nella relazione tecnica redatta dall’Ufficio Tecnico Comunale – ha lo scopo di […] prevenire e scongiurare possibili incidenti collegati alla caduta accidentale di persone e/o mezzi dalle banchine portuali, incrementando così, anche la sicurezza portuale a tutela della pubblica incolumità.

Nel passato sono stati effettuati interventi di dragaggio in ambito portuale volti a garantire la sicurezza per la navigazione, tra cui in ultimo uno a cura del Genio Civile Regionale di Trapani. Gli interventi di dragaggio manutentivo dovrebbero essere condotti con una certa regolarità, e soprattutto in caso di urgenza dal competente Assessorato Regionale alle Infrastrutture.

L’intervento – che dovrebbe essere completato entro la prima metà del mese di maggio – consiste nell’escavazione di circa 1.320 metri cubi di sedimenti ed il deposito del materiale prelevato all’interno dell’ambito portuale per un costo di circa 25.000,00 euro, totalmente a carico delle casse comunali.

“Oltre a questo intervento di emergenza, – afferma il Sindaco Giuseppe Peraino (che è anche Assessore Comunale al Demanio) – l’Amministrazione ha in corso un progetto di Intervento urgente di riequilibrio stagionale della linea di costa che prevede la movimentazione di sedimenti prelevati all’esterno del sottoflutto portuale, di cui è attualmente in corso una procedura di verifica di assoggettabilità a VIA, oltre che un ulteriore progetto di mitigazione del fenomeno erosivo del tratto di costa della spiaggia di San Vito Lo Capo. Presto la comunità sarà accuratamente informata”.

Trapani, “tantu nenti e tantu assai” tra lirica di tradizione e cibo d’attrazione [EDITORIALE]

Mai accaduto prima, una fiera di piazza ed una "prima" a teatro potrebbero causare qualche inconveniente, soprattutto politico
Mai accaduto prima, una fiera di piazza ed una "prima" a teatro potrebbero causare qualche inconveniente, soprattutto politico
I rifiuti erano ammassati su una parte di un terreno in contrada Ciappola
Si tratta di una donna di origine venezuelana, rintracciata in un hotel a Mazara del Vallo
Ottenuto un finanziamento di 30.000 per attività di controllo e prevenzione durante la stagione estiva
Nelle ultime due stagioni agonistiche ha militato nel Modena in Serie B
Da lunedì 15 a sabato 20 luglio San Vito Lo Capo accoglierà registi, autori, attori, appassionati e anche turisti che per cinque giorni potranno godere di diverse proiezioni
Un'estate tra jazz, Tiromancino, presentazione di libri, spettacoli teatrali e cibo
Il 30enne attaccante senegalese arriva da svincolato.
In occasione dell'anniversario della strage di via D'Amelio
Arriva da svincolato e ha sottoscritto un contratto biennale

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Vita di un conduttore radiofonico notturno

La notte non è fatta solo per dormire e sognare, durante la notte tutto ha un sapore diverso. E la notte la radio ha...

Bentornata Serie A

Riposte bandiere e striscioni, asciugati i sudori, proviamo a riavvolgere il nastro di questa stagione
Iniziativa per la valorizzazione delle chiese appartenenti al Fondo Edifici per il Culto
Dal 14 al 30 luglio si terranno 10 diversi concerti, tutti con inizio alle 21:30 e a ingresso gratuito
La società mette a disposizione diversi alloggi nelle mete più ambite d'Italia
Il festival letterario che promuove le produzioni editoriali è giunto alla sua quarta edizione
Mentre si lavora per risolvere i guasti, installati due generatori mobili
Il restauro realizzato grazie alle somme del Fondo per l’edilizia di culto del Ministero dell’Interno