venerdì, Gennaio 27, 2023

Individuato bunker di Matteo Messina Denaro

Indagato un secondo medico,: è il primario di Oncologia dell'ospedale di Trapani

Individuato a Campobello di Mazara un bunker utilizzato dal boss Matteo Messina Denaro.
Oltre all’appartamento di vicolo San Vito, dove sono ancora in corso rilievi ed perquisizioni, il capomafia di Castelvetrano – che si trova al 41 bis nel carcere “Le Costarelle” de L’Aquila – avrebbe fatto realizzare una sorta di caveau – si tratta di un vano di 2 metri per 3 privo di finestre  all’interno di un’altra abitazione a circa un chilometro di distanza dalla prima.

L’appartamento si trova in una palazzina di via Maggiore Toselli 34. Il proprietario è il 70enne Errico Risalvato, indagato e poi assolto nel 2001 dall’accusa di associazione mafiosa. Il fratello Giovanni, invece, imprenditore del settore calcestruzzi, ha scontato 14 anni per mafia e si trova attualmente in libertà.

Il bunker è stato scoperto dagli investigatori del Gico della Guardia di Finanza. La stanza segreta era stata realizzata dietro un armadio, nascosta da un fondo scorrevole coperto dagli abiti. Non c’era un letto né suppellettili, probabilmente Messina Denaro l’ha fatta allestire per custodire cose o documenti importanti: gli investigatori, però, hanno trovato gioielli, pietre preziose e l’argenteria e alcuni scatoloni vuoti. Il sospetto è che il luogo possa essere stato “ripulito” prima della scoperta. Gli oggetti saranno sottoposti a perizia per accertarne autenticità e valore.

Intanto prosegue l’esame del materiale rinvenuto nell’abitazione di vicolo San Vito. Nell’appartamento non sarebbero stati scoperti documenti “esplosivi” o compromettenti ma un’agenda rinvenuta dai Carabinieri potrebbe dare spunti investigativi importanti. All’esame anche i tanti documenti sanitari – referti di visite specialistiche, molte oculistiche – effettuate da Messina Denaro negli anni – che erano in uno scatolone. Le cartelle mediche dimostrano che il capomafia, incastrato proprio grazie all’inchiesta sulla gravi patologie di cui soffre, durante la latitanza ha incontrato diversi medici. Uno, Alfonso Tumbarello, medico di base di Campobello di Mazara, è già indagato per favoreggiamento e procurata inosservanza della pena, altri saranno o sono già stati sentiti.

Anche il primario di Oncologia dell’ospedale di Trapani, Filippo Zerilli, secondo indiscrezioni, sarebbe tra gli indagati. È certo che i Carabinieri hanno effettuato ieri un accesso presso il reparto del nosocomio trapanese alla ricerca di documenti. Il medico avrebbe eseguito l’esame del dna necessario alle cure chemioterapiche a cui il boss di Castlelvetrano doveva sottoporsi. Il paziente si era presentato da lui con i documenti di Andrea Bonafede, il geometra di Campobello di Mazara, indagato per associazione mafiosa e favoreggiamento aggravato, che gli ha prestato l’identità. Anche lo studio dello specialista sarebbe stato perquisito dai Carabinieri che devono accertare se fosse a conoscenza della reale identità del paziente.

Intanto, è stata fissata per domani mattina, probabilmente nel carcere “Pagliarelli” di Palermo, l’udienza di convalida dell’arresto di Giovanni Luppino, l’imprenditore agricolo 59enne di Campobello di Mazara che ha accompagnato lunedì scorso Messina Denaro presso la clinica palermitana dove è stato bloccato.

Una carta sconto per gli studenti trapanesi [AUDIO]

Gli studenti grazie a questa Card potranno usufruire di illimitati vantaggi riservati, presso numerose attività trapanesi come bar, ristoranti, negozi, liberi professionisti e molto di più

Calcio, Trapani: riscattata l’opaca prestazione di domenica scorsa

Una vittoria importante per il morale della squadra e per la sicurezza nei suoi mezzi
"Anche la Sicilia - prosegue il governatore - è stata teatro, tra il 1938 e il 1945, di quelle profonde ingiustizie"
Approvato in commissione bilancio all’ARS emendamento dei deputati Cristina Ciminnisi e Antonio De Luca del Movimento 5 Stelle
Domani, organizzato dal circolo trapanese dell’Unione Donne Italiane, con il patrocinio del Comune di Erice, in occasione della Giornata della Memoria, l’evento di formazione dal titolo “Da dove parte il treno”
"L’appello che lanciamo alle Istituzioni e alle Autorità è quello di prendere celeri provvedimenti a tutela di una vita in evidente stato di precarietà e di pericolo", dice la presidente Aurora Ranno

Sabato 3 e domenica 4 dicembre il Day Zero di Etna Comics 2023

Appuntamento al centro commerciale Porte di Catania dalle 10 alle 20

L’esperta risponde: tutti i dubbi su gas e luce [Parte 4]

In settimana i lettori di Trapanisi.it hanno inviato alla nostra esperta alcune domande
La mostra, organizzata dall'Associazione “Comunità Papa Giovanni XXIII", racconta l'esperienza della Lovato come missionaria in Libano e in giro per il mondo
Assolto “perché il fatto non sussiste” dal Tribunale di Trapani, l'ingegnere Simone Cusumano, già responsabile del Terzo settore del Comune di Castellammare del Golfo. Era accusato di abuso di ufficio
Tre cittadini di Pantelleria sono stati denunciati dai Carabinieri della locale Stazione per omessa custodia di armi e munizioni, porto abusivo di armi e accensioni ed esplosioni pericolose
Nei prossimi giorni presenterà alla città la nuova squadra
Oltre all'arma da fuoco con 5 cartucce, che ha la matricola abrasa, i Carabinieri hanno trovato un involucro con altre 20 munizioni dello stesso calibro
È stato un momento di confronto sulla piena attuazione dell’Autonomia regionale

Pollo all’arancia: la ricetta

Una nuova ricetta su Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Dottore, nuovo anno, nuovi propositi, ma perché procrastino?

Torna il blog Tienilo inMente del dottor Giuseppe Scuderi, psicologo clinico e digitale

Quei giorni in radio… [parte prima]

Negli anni Settanta e Ottanta la radio ha avuto un ruolo decisivo nella diffusione della musica e nell'intrattenimento

“Silenzio, esce la Corte”

La condanna definitiva: l’era di D’Alì è finita. Il silenzio di Trapani
L'assessore ieri ha giurato. “Accetto con entusiasmo e con grande senso di responsabilità questo ruolo"
Saranno stanziati 726 mila euro per mettere in atto iniziative e programmi di promozione sociale realizzati da organizzazioni e associazioni presenti sul territorio siciliano
La Giornata della Memoria sarà celebrata con la collocazione di "pietre d'inciampo" a Trapani, Alcamo e Valderice, da parte della prefetta Filippina Cocuzza
Dopo la riconferma di Salvatore Ombra, arrivano i due nuovi consiglieri: Alessandra Scimeca e Giuseppe Geraci, entrambi dirigenti degli uffici della Presidenza della Regione Siciliana
Nei prossimi giorni, seguirà Decreto con la redistribuzione delle deleghe
Due classi, una per adulti, l'altra per minori non accompagnati, sono state allestite per garantire l'istruzione in lingua italiana dei migranti ospiti del centro del SAI di Bonagia, nel territorio di Valderice

Torna la musica dance nelle classifiche: il fenomeno Kungs

Un nuovo post su Freedom, il blog di DJ Vince

Breve guida al Green Pass sui luoghi di lavoro dopo la fine dello stato...

Termina lo stato di emergenza, quali cambiamenti sono previsti? Torna "Il lavoro, spiegato bene", il blog del consulente del lavoro ed euro-progettista Sergio Villabuona

Legge di Bilancio 2023, le principali novità in materia di energia

Con la Legge di Bilancio 2023 il governo prosegue il lavoro iniziato dal precedente esecutivo con i cosiddetti “decreti Aiuti”