domenica, Marzo 3, 2024

Al Polo Museale “A. Cordici” di Erice inaugurata la sezione “Erice: Miti e Leggende”

Un momento significativo nella storia della cultura e della mitologia di Erice

È stata inaugurata nei giorni scorsi la sezione “Erice: Miti e Leggende” presso il Polo Museale “A. Cordici” nel Quartiere Spagnolo di Erice. Un momento significativo nella storia della cultura e della mitologia di Erice.

“La sezione “Erice: Miti e Leggende” è un omaggio agli ericini e alla nostra storia millenaria, che affonda le sue radici nell’antichità e si intreccia con racconti affascinanti e miti intramontabili. Il Museo “A. Cordici” e il Quartiere Spagnolo sono un dono per la nostra comunità e per i visitatori che desiderano immergersi nella magia di Erice. Vogliamo esprimere la nostra gratitudine a tutti coloro che hanno contribuito a rendere questo progetto una realtà. Il loro impegno e dedizione sono testimoni del nostro amore per la cultura e la storia ericina. Siamo certi che questa nuova sezione diventerà un punto di riferimento per gli appassionati di mitologia e per tutti coloro che desiderano conoscere meglio la nostra meravigliosa città”. Queste le parole della sindaca del Comune di Erice Daniela Toscano e dell’assessore alla Cultura, Turismo ed Eventi del Comune di Erice Rossella Cosentino.

Il direttore del Polo Museale “A. Cordici”, Toto Denaro, ha condiviso il suo entusiasmo riguardo a questa nuova aggiunta al museo, dichiarando: “La sezione “Erice: Miti e Leggende” è un tributo affettuoso alla ricca tradizione culturale di Erice. Questo è un passo importante per continuare a conservare e condividere la nostra storia che segna la conclusione della sezione Etno-antropologica del Polo Museale “A. Cordici,” iniziata nel 2012 con l’apertura dello spazio espositivo del Quartiere Spagnolo che è sede delle mostre permanenti “Arti e mestieri di una volta” ed “Erice terra di mare”. Quest’anno, oltre alla video installazione della Venere Ericina al Museo, abbiamo voluto donare alla città un ulteriore regalo culturale”.

L’architetto Ignazio Amico, co-ideatore del progetto, ha aggiunto: “Abbiamo lavorato per creare un’esperienza coinvolgente per i visitatori, utilizzando installazioni a parete, pannelli esplicativi e una proiezione per immergerli completamente nell’Erice antica, popolata da misteri, leggende e miti.”

Il contributo visivo e i contenuti forniti da Piergiuseppe Salerno, Nello Savalli e Giovanni Barbera hanno svolto un ruolo cruciale nella realizzazione di questa sezione unica. Piergiuseppe Salerno ha condiviso la sua prospettiva: “È stato un onore contribuire alla rappresentazione visiva di queste storie e leggende che rendono Erice così affascinante.”

I siti culturali di Erice sono aperti tutti i giorni dalle ore 10.00 alle ore 19.00.

L’ingresso al museo è consentito con Ericecard, un pass nominativo che offre vantaggi esclusivi, tra cui l’accesso privilegiato ai principali siti culturali di Erice, sconti presso Funierice ed esercizi convenzionati. Al costo di 12 euro, l’Ericecard è acquistabile presso i siti culturali o gli info-point di Porta Trapani e Stazione Funierice Valle, ed è valida fino al 7 gennaio 2024.

L’evento fa parte della rassegna Erice Estate 2023, organizzata dal Comune di Erice in collaborazione con la Fondazione Erice Arte, Fondazione Ettore Majorana, Funierice e con il contributo di associazioni e artisti vari.

Per ulteriori informazioni e dettagli sugli eventi è possibile visitare i profili social Facebook e Instagram ufficiali del Comune di Erice.

L’amatoriale che riempie i teatri, Ariston sold-out a Trapani con 50&più [AUDIO]

"Ignazio e Franca Florio, storia di una illusione", ne abbiamo parlato con Cinzia Saura
L'assessore regionale Turano: «Combattiamo la dispersione con l'offerta culturale»
Si completa così l'ultimo step dettato dal protocollo d’intesa tra Assessorato regionale della Salute e sindacati

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Sogni veri di una vita inventata

Una seconda possibilità è una grande dimostrazione di amore e compassione verso me stesso e potrebbe rappresentare un passo importante per la mia crescita...

Do you remember 2023?

Torna il blog di Andrea Castellano e si tuffa nell'anno appena passato: dalla crisi alla rinascita
Si attende adesso il parere dei Revisori per l'approvazione in Consiglio Comunale
Di Dia e Falco: “Chiederemo incontro al nuovo commissario per l’emergenza siccità Cartabellotta”
Dal prossimo 6 marzo in via Vittorio Alfieri, 9 il primo mercoledì di ogni mese dalle 16 alle 18
"Ho scritto di Giuda perché mi è sempre piaciuto raccontare le ombre, dice il giornalista e scrittore trapanese