Il trapanese Dino Petralia lascia la guida dell’Amministrazione Penitenziaria

"Anticipo la pensione per godermi la famiglia e la nipotina nata qualche mese fa", spiega il magistrato

Il trapanese Dino Petralia lascia l’incarico romano a capo del Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria.

Le motivazioni che lo hanno indotto ad anticipare la pensione – Petralia ha 69 anni e si era posto fuori ruolo dalla Magistratura per andare a ricoprire l’incarico al DAP su chiamata dell’allora ministro della Giustizia Alfonso Bonafede – sono di carattere personale.

“Ho desiderio di dedicarmi alla mia famiglia, qualche mese fa sono anche diventato nonno – ci ha confermato quando lo abbiamo raggiunto al telefono – e per questo ho deciso di presentare quelle che, tecnicamente, si chiamano dimissioni dalla Magistratura, in realtà è una richiesta di andare in pensione un anno prima di quanto sarebbe normalmente avvenuto”.

Petralia era arrivato al vertice del DAP nel maggio 2020, in piena prima ondata della pandemia e dopo le dimissioni del suo predecessore Francesco Basentini. In precedenza aveva ricoperto l’incarico di Procuratore generale a Reggio Calabria. Nel suo curriculum professionale ci sono anche i quattro anni da Procuratore aggiunto a Palermo e il quadriennio come componente del Consiglio Superiore della Magistratura; il magistrato è stato anche consulente della Commissione parlamentare Antimafia.

“Abbiamo trovato – ha commentato Gennarino De Fazio, Segretario ienerale della UILPA Polizia Penitenziaria – un interlocutore sempre attento, disponibile, franco e leale. Adesso è indispensabile che il Governo individui con immediatezza una personalità qualificata e competente che possa farsi carico delle immani problematiche penitenziarie con l’autorevolezza di un mandato pieno e di obiettivi chiari”.

Tari, i motivi dell’opposizione imbavagliata ad appena 20′ di dibattito [AUDIO]

Il consigliere comunale di Fratelli d'Italia Nicola Lamia spiega perchè l'opposizione ha abbandonato l'Aula Consiliare
Operazione del 2022 contro presunti fiancheggiatori e associati di Cosa Nostra a Marsala e altri centri del Trapanese
Il consigliere comunale di Fratelli d'Italia Nicola Lamia spiega perchè l'opposizione ha abbandonato l'Aula Consiliare
L'amministrazione comunale ha illustrato lo stato di avanzamento dei Piani che confluiranno nel PUG
I consiglieri comunali controbattono le dichiarazioni del sindaco Forgione
Eletto il Consiglio d’Amministrazione per il triennio 2024-2027
Tutte le gare in programma si disputeranno dal 25 al 28 luglio in piazza della Vittoria
L'ala di passaporto inglese proviene dal Galatasaray, squadra del massimo Campionato turco

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Vita di un conduttore radiofonico notturno

La notte non è fatta solo per dormire e sognare, durante la notte tutto ha un sapore diverso. E la notte la radio ha...

Bentornata Serie A

Riposte bandiere e striscioni, asciugati i sudori, proviamo a riavvolgere il nastro di questa stagione
Domani pomeriggio si ritroveranno i bambini di dieci grest parrocchiali
"Decisione incomprensibile che comporterà l'aumento delle tariffe", dice il sindaco Forgione
Dalla mezzanotte le esibizioni di Hugel, Merk&Kremont, Simonterizzo e Kamelia
Sono stati 47 titoli in programma in sei giorni di proiezioni su ai temi ambientali, sostenibilità e diritti umani
Ospite d'eccezione Giancarlo Giannini che ha ricevuto il Premio alla carriera
Dopo l'omonima operazione antimafia del 6 settembre 2022
Ce lo spiega Alberto Mazzeo, assessore al Bilancio e alle Finanze del Comune di Trapani