“Il ricordo che se ne ha” sbarca in Toscana: lunghi e calorosi applausi

L'opera musicale tratta dai romanzi autobiografici della giornalista trapanese Mariza D'Anna è stata accolta con grande entusiasmo anche al Nuovo Teatro di Fiesole

Dopo il successo di Trapani, l’opera musicale “Il ricordo che se ne ha”, tratta dai romanzi autobiografici della giornalista trapanese Mariza D’Anna, è stata accolta con grande entusiasmo anche al Nuovo Teatro di Fiesole, da poco inaugurato.

L’opera, andata in scena il 19 dicembre, ha conquistato il numeroso pubblico presente. Sono intervenuti prestigiosi esponenti delle istituzioni e delle fondazioni culturali, direttori artistici, musicisti e esponenti della stampa specializzata della Toscana. L’opera musicale, che racconta la storia di una famiglia siciliana in Libia dalla colonizzazione alla 1970, comune a molte altre famiglie italiane, ha emozionato e fatto riflettere anche sulla condizione dei profughi che oggi attraversano il Mediterraneo in cerca di una vita migliore.

“È stata un’emozione particolare portare questa storia fuori dai confini della Sicilia. Ringrazio tutti gli artisti per il grande lavoro che hanno svolto, il Luglio Musicale Trapanese per averla prodotta e in particolare l’assessore alla Cultura del Comune di Trapani, Rosalia D’Alì, per la sua sensibilità e per aver creduto in questo progetto sin dall’inizio. Dopo Fiesole, abbiamo ricevuto nuove proposte per portare il lavoro in altri teatri italiani per la prossima stagione e ci siamo rimessi al lavoro. Credo che la storia e la memoria collettiva e individuale vadano coltivate e portate a conoscenza soprattutto dei giovani” – così dichiara Mariza D’Anna.

“Un risultato straordinario – che premia il lavoro fatto dal Comune di Trapani e dal Luglio Musicale Trapanese: sono entusiasta – continua Rosalia D’Alì, assessore alla Cultura del Comune di Trapani – di questa prima nel territorio toscano. La tournée continuerà e toccherà diverse città portando in giro per l’Italia il nome del Luglio Musicale Trapanese, di Trapani e della sua provincia”.

Mariza D’Anna ha curato insieme a Guido Barbieri la drammaturgia dello spettacolo che porta la firma per la regia, l’allestimento e il video di Maria Paola Viano. Il testo è di Guido Barbieri. Le musiche sono di Carla Magnan e Carla Rebora. Sul palco l’attrice e cantante Clara Galante, la soprano Ana Spasic, Guido Barbieri, voce narrante e un ensemble musicale composto dal duo pianistico Paola Biondi e Debora Brunialti, Paolo Fumagalli alla viola ed Edmondo Romano ai fiati e alle percussioni.

L’opera da camera ricostruisce la storia di una famiglia siciliana che sin dagli anni Trenta si trasferisce in Libia dove crea una florida azienda agricola, sposta il proprio baricentro in Nord Africa e poi nel 1970, con l’ascesa al potere di Gheddafi, è costretta a tornare in Italia, gettando al vento decenni di lavoro, di esperienza, di ricchezza.

“Tra fair play, sport, inclusione… E musica”, iniziativa del Panathlon Club Trapani [AUDIO]

La cerimonia di premiazione si è svolta nel salone di rappresentanza della Prefettura. Le parole del presidente del Panathlon Vento
Per un valore complessivo di un milione di euro
I militari sono stati allertati dall’attivazione dell’allarme del braccialetto elettronico che gli era stato applicato
Organizzato da Giovani Imprenditori Cna Sicilia in collaborazione con Cna Trapani
Per attivare percorsi formativi su libertà fondamentali, diritti e doveri costituzionali ed educare alla cittadinanza attiva
Presenti i sindaci, il commissario per l'emergenza idrica, il responsabile della cabina di regia regionale

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Sogni veri di una vita inventata

Una seconda possibilità è una grande dimostrazione di amore e compassione verso me stesso e potrebbe rappresentare un passo importante per la mia crescita...
Trapani Shark-Udine

Bentornati play-off

Ne parliamo con Giacomo Incarbona
La struttura è tornata pienamente operativa dopo i lavori di ristrutturazione
Per sostenere le persone con distrofia muscolare e patologie neurodegenerative, caregiver e operatori che li supportano
Il progetto del Codacons in collaborazione con Coldiretti e diversi altri partner
"Servono 265mila euro per aggiornare il progetto e per gli studi di settore necessari per la VIA/VAS"
Era accompagnato dall'assessore comunale ai Trasporti Tremarco
Dodicesima edizione per la manifestazione organizzata dal Gruppo Scatto dell’associazione I Colori della Vita
I contatori delle loro abitazioni erano allacciati abusivamente alla rete pubblica
La visita sarà aperta a pochi partecipanti abituati visto che è il percorso è di livello EE (che nel linguaggio del CAI indica itinerari per Escursionisti Esperti)