Il “living lab diffuso” del progetto Innovittica

Il progetto Innovittica è frutto di un partenariato tra il Dipartimento Regionale della Pesca Mediterranea ed il Consorzio Universitario della Provincia di Trapani

Nel contesto del progetto a titolarità del Dipartimento della Pesca Mediterranea della Regione Siciliana “Innovittica: Innovazione di Prodotto e di Processo nell’Industria di Trasformazione Ittica Siciliana”, (finanziato dal “Fondo Europeo per gli Affari Marittimi e per la Pesca” 2014-2020, relativo alla misura 1.26) che vede come capofila il Consorzio Universitario della Provincia di Trapani, è stato realizzato un “living lab diffuso” sul territorio regionale, con il coinvolgimento diretto delle aziende di trasformazione dei prodotti ittici, per la messa a punto di prodotti trasformati e di processi produttivi innovativi ed il trasferimento tecnologico immediato alla produzione.

Nell’ambito delle attività di formazione e trasferimento sono stati organizzati i primi due workshop, tenuti dal tecnologo Luca Carvello dell’Arredo Inox Srl di Crotone, focalizzati sulla utilizzazione del Pesciugatore® della Stagionello per la produzione di trasformati di elevata qualità.

Durante la prima giornata, presso la sede della Euroittica Lilybetana, a Marsala, sono state illustrate le tecniche per la produzione di insaccati a base di pesce e sulla stagionatura (dry aging) del pesce, con il supporto delle ricercatrici dell’Istituto di Biologia Marina del Consorzio Universitario, Dott.ssa Rosaria Arena e della Dott.ssa Laura La Barbera, e del responsabile produzione dell’azienda, Mauro Cavazza. Sono state prodotte mortadelle di tonno e seppia, che verranno utilizzate per i consumer test previsti dal progetto.

Il secondo workshop è stato ospitato presso l’OP della Pesca di Trapani, con la partecipazione del presidente Natale Amoroso e il coordinamento della Prof.ssa Concetta Marina Messina, per la definizione delle tecniche di affumicatura di lampughe a basso tenore di sodio e per le tecniche di essiccatura di spicare. La riduzione del tenore di sodio nei prodotti ittici trasformati è in linea con la politica dell’U.E. rivolta a ridurre il consumo di sale, e consente di produrre e commercializzare alimenti funzionali di elevato valore.

Entrambi i workshop hanno offerto ai partecipanti un’opportunità unica per approfondire le tecniche innovative legate alla preparazione di insaccati a base di pesce e alla stagionatura del pesce. Durante le sessioni, il tecnologo Luca Carvello ha illustrato in dettaglio il funzionamento dell’apparecchiatura messe a disposizione dal progetto per le attività di ricerca industriale, che consente la produzione di preparati di pesce cotti, nonché la loro affumicatura, stagionatura, essiccazione. Grazie a questa iniziativa, le aziende coinvolte hanno avuto l’opportunità di acquisire competenze di alto livello e di implementare processi innovativi nelle loro produzioni, contribuendo così a migliorare e a diversificare l’offerta siciliana di prodotti ittici di elevata qualità.

Il “living lab diffuso”, realizzato nell’ambito delle attività del progetto “Innovittica”, attraverso la partecipazione diretta ai percorsi di ricerca e sviluppo delle Aziende, consentirà una capitalizzazione dei risultati ottenuti dalla ricerca industriale, garantendo il trasferimento immediato alla produzione dei prodotti e dei processi innovativi messi a punto. Inoltre, la costruzione di una infrastruttura di ricerca diffusa, che nel futuro potrà essere implementata con nuovi nodi e nuove tecniche, è garanzia di durabilità delle azioni di ricerca avviate dal progetto “Innovittica” e di messa a valore delle risorse umane ed economiche messe a disposizione dall’Assessorato dell’agricoltura, dello sviluppo rurale e della pesca mediterranea della Regione Siciliana.

Il progetto Innovittica è frutto di un partenariato tra il Dipartimento Regionale della Pesca Mediterranea ed il Consorzio Universitario della Provincia di Trapani, capofila di un’Associazione Temporanea di Scopo composta dall’ Università di Messina – Dipartimento di Scienze Veterinarie, il Distretto della pesca e Crescita Blu – Co.S.Va.P., il Centro di Competenza Distrettuale – Società Consortile di Mazara del Vallo, Medicair Industries. Si tratta di un progetto finanziato dal “Fondo Europeo per gli Affari Marittimi e per la Pesca” 2014-2020, relativo alla misura 1.26 che si propone l’obiettivo generale di promuovere l’innovazione nel settore della pesca.

Il “Battesimo di Cristo” dal pennello di Edoardo La Francesca [AUDIO]

Il pittore trapanese ha dipinto la tela che adornerà la chiesa di San Giuseppe a Castellammare del Golfo
Sanzioni per un gruppo di turisti, un gestore di lido balneare e un noleggiatore di attrezzature da spiaggia
La notizia è stata comunicata durante una riunione alla Prefettura di Trapani
Quando si raggiungono i 35 gradi, in assenza di risveglio in grado di mitigare il rischio nei cantieri, bisogna interrompere le attività
Tecnici al lavoro per ripristinare l'alimentazione delle pompe che attingono acqua dai pozzi di Sinubio
Schifani e Turano: «La Regione investe sui giovani, risorse triplicate»

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Vita di un conduttore radiofonico notturno

La notte non è fatta solo per dormire e sognare, durante la notte tutto ha un sapore diverso. E la notte la radio ha...

Bentornata Serie A

Riposte bandiere e striscioni, asciugati i sudori, proviamo a riavvolgere il nastro di questa stagione
Per il nuovo film di Margherita Spampinato dal titolo "Gela"
Nel 2024 si stima che saranno raccolte 3.504 tonnellate di imballaggi in acciaio, un +40,7% rispetto al 2023
Il segretario provinciale del Partito Democratico critico sulla riforma voluta dal governo nazionale
Forgione: "La nostra priorità è mantenere le nostre isole pulite e accoglienti"