Il Cimitero di Trapani e il modulo impossibile da trovare

La segnalazione: lapidi pronte ma impossibili da collocare, geometri non pervenuti e burocrazia che blocca i marmisti

È giunta in redazione una segnalazione decisamente interessante riguardo il cimitero di Trapani. Una signora ha scritto a TrapaniSi.it attraverso il nostro numero creato per le segnalazioni, il 377 0 91100 0, che lascia sbigottiti. Pubblichiamo interamente ciò che abbiamo ricevuto. La redazione di TrapaniSi.it ha contattato l’assessore del Comune di Trapani Ninni Romano per una replica che arriverà solo dopo che lo stesso assessore si confronterà con l’ufficio preposto. Buona lettura.

Spettabile Redazione
Chi scrive dovrebbe far collocare la lapide nel loculo di mio Suocero deceduto a Gennaio.
Ebbene!
La lapide è pronta ma non possiamo farla collocare!
Perché?
Perché la modulistica usata per l’autorizzazione è cambiata.
La cosa assurda, però, è che neanche la Direzione del Cimitero che fa veloce a bocciar tutta la pratica col progetto allegato, sa quale sia la nuova modulistica da usare.
La cosa ancora più assurda è che i marmisti tutti sono letteralmente incavolati perché hanno lapidi pronte per la consegna ma bloccate nelle loro botteghe.
Pazzesco!
Il Cimitero non risponde neanche alle email ed oggi pomeriggio, giornata di ricevimento, un impiegato ci ha detto che il geometra del cimitero è andato in pensione.
Stiamo scherzando?
Tutta questa storia è letteralmente assurda!
Siamo incavolati col sistema è mai possibile che possa accadere tutto ciò?
Come e quando si risolverà tutto?
Vergogna!
E pensare, oltretutto, che c’è una economia letteralmente spezzata in due ma, però, per motivi oscuri si crea ancora più disagio.

Sul Cimitero avrei tantissimo da dire come ad esempio il fatto che non vi sono campi di inumazione perché si è preferito fabbricare enormi palazzoni…
Ed il piccolo spazio esistente versa in gravi condizioni cioè regna l’anarchia completa e non si capisce bene quale siano le fosse ove son seppelliti i nostri Cari.
Nessun spazio delimitato.
Avrei da dire che vi sono loculi perpetui che versano in gravi condizioni (mancano le lapidi ecc.) ai quali loculi si potrebbe revocare la concessione.
Stessa cosa per le cappelle costruite negli anni d’oro che sono in multiproprietà.
Cappelle e sarcofagi in stato di abbandono alle quali si potrebbe revocare la concessione.
Avrei da dire che il Cimitero attuale potrebbe allargarsi bonificando la zona di via Cappuccinelli e la zona adiacente l’ingresso ove entrano i carri.
Avrei da dire che si potrebbe creare un ossario Generale ove portare un fiore anziché non saper dove vanno a finir attualmente i nostri predecessori ai quali nessun più ha rinnovato il loculo e perciò le ossa vengon gettate (scusate la crudeltà).

Il Cimitero, (morte), l’acqua (Vita), la spazzatura ecc.ecc.ecc., tutte questioni basilari fondamentali, diventano oggetto di business/politica.

Custonaci, la Sicilia e i suoi borghi: sabato il convegno [AUDIO]

Col primo cittadino Fabrizio Fonte abbiamo parlato del terzo ed ultimo week end de "i borghi dei tesori"
In vista della Settimana Sociale dei cattolici italiani e delle prossime elezioni europee
Possono accadere al beneficio le cantine sociali costituite in forma cooperativa
Domenica la partita decisiva sarà disputata al PalaCardella
Disponibile alla postazione di Poste Italiane allestita alla Villa Margherita
Erogazione dell'acqua rimandata a domenica 26 maggio, il 27 nella zona nuova della città
Saranno trasmesse al Consiglio comunale e poi all'Assessorato regionale competente

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Vita di un conduttore radiofonico notturno

La notte non è fatta solo per dormire e sognare, durante la notte tutto ha un sapore diverso. E la notte la radio ha...
Trapani Shark-Udine

Bentornati play-off

Ne parliamo con Giacomo Incarbona
Gruppo musicale elettro-pop-rap milanese che ha appena rilasciato il nuovo singolo “Maranza” in collaborazione con Fabio Rovazzi
Oltre al martedì e giovedì mattina, anche il mercoledì dalle 9 alle 13 e dalle 16 alle 18
Completamente ristrutturato e allestito con uffici moderni, digitalizzati e dotati di postazioni di lavoro attrezzate
Manca il numero di firme autenticate nelle due liste presentate richiesto dal regolamento
Gli addetti alla sicurezza non erano tra quelli iscritti negli appositi registri della Prefettura