giovedì, Febbraio 29, 2024

Il 18 gennaio a Marsala la presentazione del libro di Francesco Forgione “Mais Rosso”

Il libro è un viaggio nel Messico corrotto e dei cartelli del narcotraffico

“Mais Rosso – viaggio in Messico tra narcos, farfalle e indios ribelli” è il libro di Francesco Forgione, edito da Zolfo Editore, che sarà presentato giovedì 18 gennaio alle 18 nella sede dell’Associazione “Finestre sul Mondo”, in via Sibilla 36 a Marsala. Dialogheranno con l’autore Giacomo Di Girolamo e Salvatore Inguì.

Francesco Forgione, negli anni, ha incontrato ministri, magistrati, poliziotti. Ha conosciuto i familiari dei desaparecidos. Ha ascoltato la voce dei preti di strada e della gente delle comunità indigene che resistono, degli attivisti per i diritti umani e dei giornalisti che mettono a rischio la propria vita. Ha raccolto le storie delle vittime innocenti di questa guerra sporca, di coloro che si sono trovati nel posto sbagliato al momento sbagliato. Questo libro racconta di chi ogni giorno prova sulla propria pelle la violenza dei boss dei cartelli e dei capi delle bande di strada, le famigerate pandillas. Non solo, attraverso la confessione di sicari e soldati dei narcos emerge un ritratto inedito dei signori della droga e del crimine organizzato messicano. Sono loro i padroni di tutto, con i funzionari e i poliziotti venduti, i politici collusi nelle stanze del potere e gli eserciti sanguinari. E, pagina dopo pagina, scopriamo le vite dei ragazzini che diventano sicari, prede di un sistema feroce, affascinante e mortale. Come a Scampia a Napoli e allo Zen di Palermo.

Francesco Forgione, calabrese, da trent’anni vive in Sicilia. Giornalista, già deputato siciliano e nazionale, è attualmente sindaco delle Egadi. È stato presidente della Commissione parlamentare antimafia nella XV legislatura. Ha insegnato Storia e Sociologia delle organizzazioni criminali all’Università dell’Aquila. Dal 2017 al 2020 è stato consulente dell’Ufficio delle Nazioni Unite contro la Droga e il Crimine (Unodc) in Messico e titolare della “Cathedra Giovanni Falcone y Paolo Borsellino” dell’Alta Escuela para la Justicia di Città del Messico. Per l’Unodc e l’Instituto Nacional de Ciencias Penales del Messico (Inacipe) ha scritto il manuale La experiencia italiana en la lucha contra el crimen organizado y la corrupción (Inacipe, Mexico, 2020).

Tra le sue pubblicazioni: Oltre la cupola. Massoneria, mafia, politica (con P. Mondani, 1993); Amici come prima. Storie di mafia e politica nella seconda repubblica (2002); ’Ndrangheta. Boss, luoghi e affari della mafia più potente del mondo (2008); Mafia export. Come ’ndrangheta, Cosa nostra e camorra hanno colonizzato il mondo (2009); Porto franco. Politici, manager e spioni nella repubblica della ’ndrangheta (2012); I Tragediatori. La fine dell’antimafia e il crollo dei suoi miti (2016).

Esultanza Trapani. Foto: Joe Pappalardo

Provinciale sotto i riflettori: in serale le partite di Imolese e Siracusa [AUDIO]

L'inizio delle due sfide è previsto per le 20:30, per il ritorno di Coppa Italia cambia anche la data
Presenti anche gli sportivi del Trapanese destinatari delle benemerenze CONI consegnate lo scorso dicembre
Coinvolte dodici persone che si occuperanno della cura del Verde a Favignana
"Impossibile garantire alla comunità una regolare distribuzione idrica con mezzi alternativi"
"Esperienza positiva, contento di avere avuto l'opportunità di rappresentare la mia gente" ha dichiarato l'ala granata

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Sogni veri di una vita inventata

Una seconda possibilità è una grande dimostrazione di amore e compassione verso me stesso e potrebbe rappresentare un passo importante per la mia crescita...

Do you remember 2023?

Torna il blog di Andrea Castellano e si tuffa nell'anno appena passato: dalla crisi alla rinascita
Il primo dirigente della Polizia di Stato ha all'attivo una lunga e articolata carriera
Un violento nubifragio si è abbattuto sulla cittadina
Con le donne migranti del centro SAI e l'associazione Il Mulino
Si tratta di sistemi di ancoraggio e relitti potenzialmente pericolosi per ecosistema e bagnanti