Green pass e controlli al CPR di Milo, la denuncia di Italia Celere

Il sindacato di Polizia lamenta una presunta inosservanza delle attuali regole per l'accesso agli uffici pubblici

Presso il Centro di Permanenza per i Rimpatri di contrada Milo a Trapani i visitatori accederebbero senza essere sottoposti ai controlli sul possesso del green pass. Lo denuncia il sindacato della Polizia di Stato Italia Celere.

“Parliamo più precisamente – scrive il segretario provinciale Alberto Lieggio in una nota indirizzata al questore e, per conoscenza, alla prefetta di Trapani – degli stranieri e degli operatori delle varie strutture che li ospitano che si recano presso gli uffici della Commissione Territoriale per il riconoscimento della Protezione Internazionale e presso gli uffici della IV Sezione Immigrazione”.

L’esponente sindacale cita una nota della Questura, datata 31 gennaio 2022, con cui vengono indicate le modalità di accesso agli uffici nell’ambito del Settore Immigrazione e afferma che, nei fatti, presso il CPR vengano disattese.
“È, pertanto urgente – afferma – a tutela degli operatori della Polizia di Stato presenti nella struttura, per i quali si è ritenuto opportuno prevedere l’obbligo vaccinale, individuare l’organo da incaricare e attivare i controlli normativamente previsti per tutti coloro che accedono al complesso a vario titolo (giudici di pace impegnati nelle udienze di convalida, avvocati che partecipano alle udienze di convalida, avvocati che accedono al CPR per colloqui con gli stranieri trattenuti, cittadini stranieri diretti agli uffici della Commissione Territoriale, cittadini stranieri diretti agli uffici della IV Sezione Immigrazione e agli uffici della Polizia Scientifica per le pratiche connesse alle varie fasi istruttorie per la Protezione Internazionale). In caso contrario – conclude il segretario di Italia Celere – si rende necessario impedire l’accesso al pubblico, in quanto non è concepibile che chi è deputato al controllo del rispetto delle regole da parte di TUTTI i cittadini favorisca alcune categorie di persone”.

Trapani, “tantu nenti e tantu assai” tra lirica di tradizione e cibo d’attrazione [EDITORIALE]

Mai accaduto prima, una fiera di piazza ed una "prima" a teatro potrebbero causare qualche inconveniente, soprattutto politico
Potrà accedere agli impianti solo 10 minuti prima dell'inizio e dovrà uscire non oltre i 10 minuti dal termine delle partite
Il 47enne è rimasto schiacciato da un camion
Sanzionato il titolare, l'Asp dispone sospensione attività della cucina
Contributi riconosciuti a tutte le Amministrazioni comunali del Trapanese
Il 30enne indiano apparterrerebbe ad un’associazione dedita al traffico di armi e alla commissione di estorsioni e omicidi
I curatori, Marco di Capua, Giordano Bruno Guerri e Pasquale Lettieri, presenteranno i capolavori esposti
Ha firmato un contratto fino al 30 giugno 2026
Rafforzata la contrattazione nazionale con il potenziamento di alcuni capitoli tra cui Salute, sicurezza e ambiente
"Bisogna diffidare da queste promozioni. Non esistono formule magiche, nessuno regala nulla"

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Vita di un conduttore radiofonico notturno

La notte non è fatta solo per dormire e sognare, durante la notte tutto ha un sapore diverso. E la notte la radio ha...

Bentornata Serie A

Riposte bandiere e striscioni, asciugati i sudori, proviamo a riavvolgere il nastro di questa stagione
Prolungati i contratti a tre protagonisti della passata stagione agonistica
Mai accaduto prima, una fiera di piazza ed una "prima" a teatro potrebbero causare qualche inconveniente, soprattutto politico
Nelle ultime due stagioni agonistiche ha militato nel Modena in Serie B
Da lunedì 15 a sabato 20 luglio San Vito Lo Capo accoglierà registi, autori, attori, appassionati e anche turisti che per cinque giorni potranno godere di diverse proiezioni
Un'estate tra jazz, Tiromancino, presentazione di libri, spettacoli teatrali e cibo
Il 30enne attaccante senegalese arriva da svincolato.
In occasione dell'anniversario della strage di via D'Amelio
I rifiuti erano ammassati su una parte di un terreno in contrada Ciappola