Giunta Regionale: l’assessore all’Energia Pierobon si dimette

La decisione comunicata sul suo profilo Facebook. Lo Curto: "Ha svolto lavoro incessante che ha permesso alla Sicilia di uscire dalla black list delle Regioni non in grado di gestire il sistema dei rifiuti"

“Come richiesto dal presidente ho rassegnato le mie dimissioni da assessore regionale all’Energia e Servizi di pubblica utilità. Ringrazio il presidente per l’opportunità che mi ha concesso e rivolgo, a lui e a chi prenderà il mio posto, tutti gli auguri di un buon lavoro”.

Lo scrive sul suo profilo Facebook l’assessore regionale all’Energia Alberto Pierobon.

“Alberto Pierobon ha svolto un lavoro incessante che ha dato alla Sicilia un Piano dei Rifiuti ed una riforma del settore su cui il parlamento si dovrà determinare”. Lo afferma Eleonora Lo Curto, capogruppo Udc all’Assemblea regionale siciliana.

“Il gruppo parlamentare Udc – aggiunge la deputata – è grato all’ex assessore per l’impegno e la dedizione rivolti alla nostra regione in un settore delicato che aveva trovato al collasso. La sua straordinaria competenza, e certamente anche il suo profilo di tecnico, hanno portato a risultati importanti che tolgono la Sicilia dalla black list delle regioni non in grado di governare il sistema dei rifiuti. La Sicilia può essere soddisfatta dei risultati, ancora da migliorare, sulla crescita della raccolta differenziata. I sindaci, per primi, sono stati coloro che hanno compreso l’ottimo lavoro di Alberto Pierobon, che ha tenuto sempre aperte le porte del suo assessorato alle Amministrazioni locali pesantemente penalizzate, sul piano economico, dalle gestioni precedenti che hanno portato solo debiti ai Comuni e scarsi risultati nel riciclo e nella gestione dei rifiuti. Dopo anni di gestioni opache, durante le quali sono emersi interessi illeciti grazie al lavoro della magistratura, la Sicilia con Pierobon alla guida dell’assessorato all’Energia ha rimesso in carreggiata un settore nel quale non si parlava più di impianti pubblici di smaltimento”.

“L’unanime apprezzamento del lavoro svolto da Pierobon ci inorgoglisce e ci rammarica non poco dover rinunciare alla sua presenza che indubbiamente ha qualificato l’azione del governo Musumeci. L’Assessorato, oggi, è il fiore all’occhiello di questa Amministrazione regionale. Il percorso tracciato da Pierobon è e sarà garanzia per il futuro in un settore assolutamente strategico per quella transizione ecologica ed energetica su cui si scommette il futuro della nostra terra. Siamo certi che il segno lasciato da Pierobon sarà un buon viatico per chi lo sostituirà nel ruolo di assessore. Attendiamo – conclude Lo Curto – la nomina che il presidente Musumeci farà sulla base anche delle indicazioni che l’Udc ha dato”.

Trapani Baskin Open Day, festa dello sport inclusivo [AUDIO]

Ne abbiamo parlato con Filippo Frisenda,  delegato regionale EISI
Iniziativa di McDonald’s con il Comune di Trapani, Gruppo Scout Trapani 1 e Accademia Trapani
SI è concluso l'apposito corso di formazione attivato dalla Protezione civile regionale con altri Enti
I granata potrebbero mettere a segno una storica tripletta
Riprese le proposte che il deputato regionale Safina aveva presentato all'Ars
Prevista l'organizzazione di incontri con cadenza periodica alla Torre di Ligny

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Vita di un conduttore radiofonico notturno

La notte non è fatta solo per dormire e sognare, durante la notte tutto ha un sapore diverso. E la notte la radio ha...

Bentornata Serie A

Riposte bandiere e striscioni, asciugati i sudori, proviamo a riavvolgere il nastro di questa stagione
La strada provinciale Valderice - Erice, parte del tracciato di gara, fino al bivio di Martogna, sarà chiusa al traffico dalle 7:30 alle 15:30
Gli eventi prenderanno il via il 10 luglio e si concluderanno il 28 agosto, tutti con inizio alle ore 21:30
Ventuno milioni per le famiglie siciliane per gli affitti del 2022
Intervento sostitutivo necessario e obbligatorio da parte della Regione
Letture ad alta voce e laboratori in biblioteca a partire dal 17 giugno