Giorni corsari #giorno3 – Primi due casi di coronavirus anche a Mazara del Vallo

Primi due casi di coronavirus anche a Mazara del Vallo. Una pensionata di settantanove anni, rientrata nei giorni scorsi dalla Lombardia, e il figlio di quarantanove anni  sono risultati positivi. La donna si trova a casa mentre l’uomo è stato trasferito in mattinata all’ospedale Sant’Antonio Abate. Si teme ora un possibile contagio delle persone con cui sono entrati in contatto. Il punto della situazione con il sindaco Salvatore Quinci.

Intanto da oggi anche a Trapani e nel resto della provincia tutti i negozi sono rimasti chiusi. Restano attivi soltanto i servizi essenziali. Ne parliamo con il direttore di Confesercenti Trapani Giovanni Selinunte.

 

Il brindisi con gli Shark a Palazzo D'Alì 240611

Mentre Shark brinda l’assessore risponde alla Lega Nazionale Pallacanestro [VIDEO]

Adesso si cambia regime, si passa al professionismo un'era nuova che davvero non vediamo l'ora di vivere"
La mostra, articolata in due musei, il Cordici e il Wigner San Francesco, presenterà opere di Andy Warhol e Mario Schifano
Sindaci e Rete Territoriale per l'inclusione sociale hanno approvato le programmazioni delle quote assegnate dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Vita di un conduttore radiofonico notturno

La notte non è fatta solo per dormire e sognare, durante la notte tutto ha un sapore diverso. E la notte la radio ha...

Bentornata Serie A

Riposte bandiere e striscioni, asciugati i sudori, proviamo a riavvolgere il nastro di questa stagione
Iniziativa con gli studenti del “Professionale produzioni tessili e sartoriali” dell’Istituto “Calvino - Amico”
Sotto le mentite spoglie del geometra di Campobello di Mazara il capomafia di Castelvetrano si curava dal cancro
Stamattina hanno firmato il contratto alla presenza del commissario straordinario Croce
Biglietti a 10 euro acquistabili fino a sabato nei punti vendita cittadini del circuito GO2
Manifestazione con gli studenti al boschetto di via Salemi
Adesso si cambia regime, si passa al professionismo un'era nuova che davvero non vediamo l'ora di vivere"