“Giornata delle vittime del dovere”, La Piana (Cisl): “Si agisca subito sul fronte della sicurezza sul lavoro”

"Non si può continuare a morire di lavoro".

“La settima giornata dedicata alle vittime del dovere ricade quest’anno nel giorno del sabato santo, molto significativo, che anticipa la Pasqua. Parlare di morti sul lavoro in una giornata che fa da preludio ad un evento di rinascita e resurrezione, potrebbe sembrare alquanto strano, eppure tante famiglie, vivranno questa Pasqua con un vuoto incolmabile per il congiunto che hanno perso e in tanti casi continuando a far su e giù dalle scale dei tribunali in attesa di giustizia”.

Così il segretario generale della Cisl Palermo Trapani Leonardo La Piana presenta la campagna social diffusa oggi dal sindacato in occasione della Giornata delle vittime del dovere”.
“Abbiamo dedicato questa importante giornata all’utilizzo dei social con un messaggio che è stato diffuso sulle pagine della Cisl Palermo Trapani già dalla prima mattina, e che ci auguriamo faccia riflettere tutti affinché si agisca subito sul fronte della sicurezza sul lavoro”.

“Molte famiglie, sono in attesa di sentenze con aziende che spesso, non solo non applicano le norme di sicurezza, ma alla fine provano a ribaltare la colpa su coloro che muoiono. Non bisogna spegnere mai l’attenzione su un tema così delicato – continua La Piana -, che purtroppo attanaglia lo scorrere delle giornate con un bollettino disangue diventato insostenibile; non bisogna mai lasciare sole le famiglie che vivono questi drammi”.

“Come Cisl – prosegue il segretario – stiamo sostenendo le azioni di sensibilizzazione messe in campo a livello nazionale e il 13 aprile con tante RSU e RLS saremo al Pala Tiziano a Roma, per continuare a portare avanti la forte campagna di sensibilizzazione a sostegno dei punti che la Cisl ritiene indispensabili per un efficace lavoro sinergico che, partendo dagli investimenti in sicurezza e formazione arrivi o meglio parta già dalle scuole”.

“Abbiamo scelto quest’anno un messaggio semplice, diretto, essenziale – conclude La Piana -, per andare diritto al cuore di tutti e che ha lo scopo di ribadire un concetto semplice e cioè che ‘chi esce da casa per andare al lavoro deve poter ritornare a casa dai suoi cari’. Non si può continuare a morire di lavoro”.

Il verde pubblico a Trapani non è coltura ma… Cultura [REPORTAGE]

Una storia grottesca, quasi incredibile, di piante, divieti di sosta e sfabbricidi. Per fortuna a lieto fine
"Con le mie ali, trovare sé stessi, cambiare il mondo" vuole essere un’indagine sui cambiamenti di prospettiva del mondo giovanile, sulle prove attraverso le quali ragazze e ragazzi divengono adulti
Una storia grottesca, quasi incredibile, di piante, divieti di sosta e sfabbricidi. Per fortuna a lieto fine
Accompagnerà i presenti in un viaggio culinario tra le ricette tradizionali della sua terra e le sue creazioni quotidiane
La storica dell'Arte Lina Novara nominata direttrice del Museo Diocesano

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Vita di un conduttore radiofonico notturno

La notte non è fatta solo per dormire e sognare, durante la notte tutto ha un sapore diverso. E la notte la radio ha...

Bentornata Serie A

Riposte bandiere e striscioni, asciugati i sudori, proviamo a riavvolgere il nastro di questa stagione
In via Emanuela Loi e al Museo intitolato a Paolo Borsellino
Completato il revamping di due pozzi a Castelvetrano, in dirittura di arrivo quello dei pozzi di Trapani e Calatafimi