giovedì, Febbraio 29, 2024

Gal Pesca Trapanese: al via i workshop di animazione territoriale

Si inizierà a San Vito lo Capo lunedì 11 settembre

Il Gal Pesca Trapanese sta promuovendo una Strategia di Sviluppo Locale di Tipo Partecipativo nel settore della pesca: dall’11 al 15 settembre, sono programmati degli eventi di animazione territoriale nei 10 comuni del territorio, secondo il seguente calendario.

Si inizierà a San Vito lo Capo lunedì 11 settembre, con l’evento previsto alle ore 10:00 al Teatro comunale. Nel pomeriggio, il gruppo di lavoro si sposterà a Custonaci per un altro incontro che si terrà alle ore 16:00 al Centro Diurno.

Martedì 12 settembre previsto un workshop a Erice, alle ore 10:00, presso gli Uffici di Rigaletta – Milo. Nel pomeriggio, si continuerà a Valderice, alle ore 16:00 al Molino Excelsior.

Si proseguirà mercoledì 13 settembre a Marsala, con appuntamento alle ore 10:00 al Complesso Monumentale San Pietro. Nel pomeriggio, sarà la volta di Paceco, dove alle ore 16:00 avrà luogo un’altra importante sessione nella Sala Consiliare.

Giovedì 14 settembre sarà dedicato a Trapani, con un incontro alle ore 10:00 presso il Lazzaretto. L’attenzione si sposterà a Petrosino, alle ore 16:00 al Palazzo Comunale.

Si concluderà la serie di workshop venerdì 15 settembre a Mazara del Vallo, alle ore 10:00 al Collegio dei Gesuiti. Si chiuderà questa stimolante serie di appuntamenti a Misiliscemi, alle ore 16:00 presso il Palazzo D’Alì, a Trapani.

Ogni incontro sarà strutturato in due fasi: la prima dedicata al dialogo con le amministrazioni comunali ospitanti, mentre la seconda sarà aperta a conversazioni e dibattiti con gli operatori privati del settore operanti sul territorio.

Gli eventi di animazione territoriale sono rivolti a tutti gli operatori del territorio, compresi marinerie, pescherie, pescatori, volontari, associazioni, ristoratori, operatori turistici, organizzazioni non profit e professionisti del settore; il coinvolgimento, già attivato, dei COGEPA (Consorzi di Gestione dell’attività di Pesca) e delle O.P. (Organizzazioni di Produttori) che operano sul nostro territorio garantisce che oltre il 90% delle imbarcazioni della piccola pesca costiera, iscritte nei dipartimenti di San Vito lo Capo, Trapani, Marsala e Mazara del Vallo risultino coinvolte nelle attività di concertazione.

Per rimanere aggiornati sulle attività in corso è possibile visitare la piattaforma di progetto accessibile all’indirizzo www.flagtrapanese.it/clld. Al suo interno sarà possibile trovare informazioni dettagliate sul calendario degli eventi, con possibilità di prenotazione, scaricare materiali utili, nonché utilizzare un modulo appositamente pensato per consentire a tutti i soggetti interessati di esprimere il proprio contributo e le proprie idee sulla definizione della strategia.

Per confermare la partecipazione o per ulteriori informazioni contattare il seguente recapito: 328 3080177.

Fondo di progettazione, via libera ai contributi per tutti i Comuni siciliani

L'assessore Aricò: «Sostegno alle amministrazioni locali per crescita e sviluppo»
Presenti anche gli sportivi del Trapanese destinatari delle benemerenze CONI consegnate lo scorso dicembre
Coinvolte dodici persone che si occuperanno della cura del Verde a Favignana
"Impossibile garantire alla comunità una regolare distribuzione idrica con mezzi alternativi"
"Esperienza positiva, contento di avere avuto l'opportunità di rappresentare la mia gente" ha dichiarato l'ala granata

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Sogni veri di una vita inventata

Una seconda possibilità è una grande dimostrazione di amore e compassione verso me stesso e potrebbe rappresentare un passo importante per la mia crescita...

Do you remember 2023?

Torna il blog di Andrea Castellano e si tuffa nell'anno appena passato: dalla crisi alla rinascita
Il primo dirigente della Polizia di Stato ha all'attivo una lunga e articolata carriera
Un violento nubifragio si è abbattuto sulla cittadina
Con le donne migranti del centro SAI e l'associazione Il Mulino
Si tratta di sistemi di ancoraggio e relitti potenzialmente pericolosi per ecosistema e bagnanti