Furto di cavi, la Polizia arresta due uomini a Trapani

Sono accusati di aver rubato cavi telefonici ed elettrici

Avevano appena tagliato e rubato cavi telefonici in una zona rurale di via Salemi, i due uomini, di Mazara del Vallo, arrestati dagli agenti della Squadra Mobile di Trapani. I poliziotti, che da diversi giorni ne seguivano i movimenti, li hanno sopresi quando, dopo aver caricato su un’utilitaria una grossa matassa di fili appena tagliati dalla linea della Telecom, si accingevano ad imboccare la via Salemi.

Nonostante l’alt, il conducente si è dato alla fuga, cercando di distanziare le auto della Polizia e tentando a più riprese di spingerli fuori strada. Per dileguarsi ha eseguito una brusca sterzata imboccando una strada di campagna sterrata particolarmente dissestata e sollevando volutamente polvere per guadagnare vantaggio.

Tallonati dalle pattuglie, i due hanno abbandonato poi la vettura con la refurtiva, scappando attraverso vicini campi arati dove sono stati raggiunti ed arrestati dagli agenti con le accuse di rapina impropria e resistenza a pubblico ufficiale.

A loro carico è stata emessa dal gip un’ordinanza di custodia cautelare con l’accusa di furto pluriaggravato per precedenti reati in forma seriale su alcune cabine Enel tra il 2 agosto e il 5 ottobre di quest’anno nei territori comunali di Trapani e Castelvetrano.

Gli agenti Mobile, attraverso l’esame dei fotogrammi e delle registrazioni dei sistemi di sorveglianza presenti, erano riusciti infatti ad identificarli denunciandoli alla Procura della Repubblica di Trapani

Il due non si limitavano al solo furto di cavi ma sottraevano anche i quadri elettrici delle cabine nella loro interezza, provocando ingenti danni economici e in termini di disservizio della rete elettrica.
Al termine dell’udienza di convalida davanti al gip, a carico dei due uomini sono state applicate le misure cautelari degli arresti domiciliari per l’uno e dell’obbligo di dimora per l’altro.

Il brindisi con gli Shark a Palazzo D'Alì 240611

Mentre Shark brinda l’assessore risponde alla Lega Nazionale Pallacanestro [VIDEO]

Adesso si cambia regime, si passa al professionismo un'era nuova che davvero non vediamo l'ora di vivere"
È indiziato di appartenere a Cosa nostra e in affari anche con la famiglia mafiosa di Castelvetrano
Il martedì dalle 10 alle 12 e il giovedì dalle 15 alle 17
Sul posto Vigili del fuoco, Protezione civile comunale e Forestale
L'Assessorato dei Beni culturali della Regione Siciliana cofinanzia la produzione
"Decisioni su progetti di grande impatto ambientale devono essere prese con il coinvolgimento delle comunità locali"
Questa domenica va in scena la compagnia "Piccolo Teatro" di Alcamo con "Tintu... cu è ca ci ncagghia"
Grazie ai volontari, fino a settembre, dalle 18.30 alle 23.30
Incrementerà la portata d’acqua a disposizione della città di 15 litri al secondo
Le selezioni si svolgeranno martedì 18 giugno, dalle 15 alle 18.30

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Vita di un conduttore radiofonico notturno

La notte non è fatta solo per dormire e sognare, durante la notte tutto ha un sapore diverso. E la notte la radio ha...

Bentornata Serie A

Riposte bandiere e striscioni, asciugati i sudori, proviamo a riavvolgere il nastro di questa stagione
Fu ucciso a Palermo in un agguato mafioso con il capitano D'Aleo e l’appuntato Bommarito
La storia del fisico italiano, inventore e padre delle comunicazioni, tra prosa teatrale, canti, musica e coreografie
Iniziativa di Renantis Sicilia in collaborazione con il Dipartimento di Ingegneria
Appello intervenga presso il governo nazionale e la cabina di regia del Ministero della Coesione