Fine quarantena, 106 migranti sbarcano dalla Moby “Dada” al porto di Trapani

Si tratta di richiedenti asilo che saranno trasferiti fuori dalla Sicilia

Sono in corso, al porto di Trapani, le operazioni di sbarco di 106 migranti dalla nave quarantena Moby “Dada” che è ormeggiata al molo Ronciglio. Le attività sono coordinate da Questura e Prefettura. Sul posto, oltre ai poliziotti, anche uomini dei Carabinieri e della Guardia di Finanza.

Si tratta di persone che erano state prelevate nelle scorse settimane dal Centro di prima accoglienza di Lampedusa e che hanno effettuato il previsto periodo di isolamento anti Covid a bordo della nave. Prima di scendere a terra tutti sono stati sottoposti a tampone di controllo che ha dato esito negativo.

Dopo lo sbarco saranno trasferiti in appositi Centri di accoglienza per richiedenti asilo situati in Basilicata e in Umbria. Le operazioni proseguiranno anche domani con lo sbarco di altre 180 persone.

Il “Battesimo di Cristo” dal pennello di Edoardo La Francesca [AUDIO]

Il pittore trapanese ha dipinto la tela che adornerà la chiesa di San Giuseppe a Castellammare del Golfo
Schifani e Turano: «La Regione investe sui giovani, risorse triplicate»
Per il nuovo film di Margherita Spampinato dal titolo "Gela"
Nel 2024 si stima che saranno raccolte 3.504 tonnellate di imballaggi in acciaio, un +40,7% rispetto al 2023
Il segretario provinciale del Partito Democratico critico sulla riforma voluta dal governo nazionale
Forgione: "La nostra priorità è mantenere le nostre isole pulite e accoglienti"

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Vita di un conduttore radiofonico notturno

La notte non è fatta solo per dormire e sognare, durante la notte tutto ha un sapore diverso. E la notte la radio ha...

Bentornata Serie A

Riposte bandiere e striscioni, asciugati i sudori, proviamo a riavvolgere il nastro di questa stagione
Disposta una seria di servizi straordinari delle Forze dell'ordine e altri Enti
I responsabili saranno denunciati all'Autorità giudiziaria
Sarà l'occasione per scoprire il paesaggio incontaminato, dove la natura ha ripreso il sopravvento, dopo il devastante incendio di un anno fa
Un'opportunità per affrontare i temi cruciali della tutela dell'ambiente e dello sviluppo sostenibile