mercoledì, Febbraio 28, 2024

Finanziaria, Venuti (Ali Sicilia): “In manovra Sanità dimenticata”

"Nessun intervento strutturale per i Comuni, solo mancette"

“La Finanziaria tiene conto soltanto parzialmente delle richieste fatte dagli enti locali alla politica regionale. I tagli che erano stati preannunciati sono stati ridotti ma le difficoltà per i Comuni restano tutte e questo soprattutto davanti alla totale assenza di interventi per cercare di contrastare l’aumento dei costi di conferimento dei rifiuti e le ulteriori spese per l’energia”. Lo afferma il presidente di Ali Sicilia, Domenico Venuti, che è anche sindaco di Salemi, in merito all’approvazione della manovra messa a punto dal governo regionale e approvata dall’Ars. “Una Finanziaria che non fornisce risposte neanche per un settore fondamentale come la sanità pubblica – evidenzia Venuti -. Come sindaci siamo preoccupati e non possiamo tacere rispetto al fatto che nessun intervento corposo sia stato messo a terra per dare risposte rispetto al tema della salute pubblica”.

Il presidente di Ali Sicilia, inoltre, commenta così i finanziamenti a pioggia per gli enti locali contenuti nel ddl stralcio della manovra: “Non si spaccino le mancette per interventi in favore degli enti locali, la Regione avrebbe dovuto mettere in campo una programmazione seria e un avviso pubblico dando a tutti i comuni siciliani le stesse possibilità di accesso ai fondi. È sconfortante per un amministratore locale constatare che per avere accesso a dei fondi non basti avere in mano dei progetti ma serva necessariamente un deputato ‘amico’. In questo modo – ancora Venuti – si mortifica il lavoro di chi crede nella progettualità e nell’uguaglianza delle regole”.

E tornando sul tema dei servizi collegato alla manovra, Venuti aggiunge: “Per i Comuni, oltre al danno, una vera beffa. La Regione non realizza gli impianti e non consente la possibilità di conferire a prezzi ordinari e senza dovere girovagare per la Sicilia. Nessuna novità anche per quanto riguarda l’aumento del costo dell’energia – continua -. L’ultimo pagamento da parte della Regione risale al primo semestre 2023, da allora il nulla e per il 2024 la cifra stanziata è pari a zero. Un’altra occasione persa da parte di chi non conosce le esigenze dei sindaci”. Il presidente di Ali Sicilia poi conclude: “Le manchevolezze della Regione ricadono sui sindaci e sui cittadini con modalità inaccettabili come l’aumento del costo dei servizi. La Regione dica chiaramente cosa intende fare per dare risposte vere agli enti locali”.

Baroni Birra vince il premio “Birrificio Artigianale d’Italia” [AUDIO]

La Baroni Birra di Dattilo vince il Sicily ed Italy Food Awards. Ne parliamo con Luigi Di Via
"Esperienza positiva, contento di avere avuto l'opportunità di rappresentare la mia gente" ha dichiarato l'ala granata
Un violento nubifragio si è abbattuto sulla cittadina
Con le donne migranti del centro SAI e l'associazione Il Mulino
Si tratta di sistemi di ancoraggio e relitti potenzialmente pericolosi per ecosistema e bagnanti

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Sogni veri di una vita inventata

Una seconda possibilità è una grande dimostrazione di amore e compassione verso me stesso e potrebbe rappresentare un passo importante per la mia crescita...

Do you remember 2023?

Torna il blog di Andrea Castellano e si tuffa nell'anno appena passato: dalla crisi alla rinascita
Per verificare eventuale presenza di glifosato, pesticidi e altre sostanze nocive oltre i limiti di legge
La Baroni Birra di Dattilo vince il Sicily ed Italy Food Awards. Ne parliamo con Luigi Di Via
L'iniziativa è organizzata insieme con Opificio Territoriale
Il finanziamento per questo progetto, del valore di 17,8 milioni di euro, sarà fornito attraverso il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza
Arriva l'ok anche per il Documento Unico di Programmazione 2024/2026