Fatture Eas prescritte ma spese a carico dei cittadini. Maltese (Codici): “Situazione inaccettabile”

Le azioni di recupero coattivo non sono possibili nei confronti degli enti in liquidazione coatta amministrativa come è l'Eas

Continuano i contenziosi con l’Eas, oggi in liquidazione coatta amministrativa. L’ultima sentenza riguarda l’annullamento per prescrizione breve delle fatture di un condominio di Erice risalenti agli anni 2015, 2016 e 2017. Nnostante gli esiti favorevoli ai cittadini, con condanna alle spese a carico di Eas, però sono sempre questi ultimi a pagarne le spese vive.

La denuncia arriva dall’avvocato Vincenzo Maltese, responsabile dell’associazione di consumatori Codici che da anni si batte per la tutela dei cittadini nei confronti del gestore idrico. “Da quando l’Ente Acquedotti Siciliano è passato dalla liquidazione ordinaria a quella coatta amministrativa (l’equivalente della procedura fallimentare), i disagi per gli utenti sono triplicati – spiega Maltese – . Da allora non è possibile procedere ad allacci, volture, distacchi e tutto ciò che riguarda i contratti. Ma a parte questa circostanza già di per sé grave, tutti coloro che devono difendersi nei vari contenziosi devono sostenere le spese necessarie senza alcuna possibilità di poter recuperare alcun euro, essendo precluse le azioni di recupero coattivo nei confronti degli enti in liquidazione coatta amministrativa”.

“Ma se questo non bastasse – prosegue il responsabile di Codici – i cittadini sono costretti a dovere pagare anche le spese di registrazione delle sentenze che l’Agenzia delle Entrate invia ad entrambe le parti processuali. Si tratta di piccoli importi che solitamente vengono saldati dalla parte soccombente. Il risultato però è che tale onere viene subìto dai cittadini che, seppur vincenti, per evitare iscrizioni a ruolo e l’invio di cartelle esattoriali sono costretti a pagare. Tutto questo non è più accettabile, non è accettabile che in due anni non sia stato individuato un nuovo gestore idrico, non è accettabile che la riforma sia ferma all’Ars e che probabilmente se ne parlerà dopo le elezioni regionali previste per l’autunno di quest’anno”

Secondo Maltese occorre una “presa di posizione decisa ed energica intanto da parte delle amministrazioni pubbliche e degli enti locali che sono il primo interlocutore dei cittadini vessati da tale immobilismo. Occorre che tale gestore venga individuato il prima possibile perché i disservizi e i disagi aumentano giorno dopo giorno”.

Il “Battesimo di Cristo” dal pennello di Edoardo La Francesca [AUDIO]

Il pittore trapanese ha dipinto la tela che adornerà la chiesa di San Giuseppe a Castellammare del Golfo
La storica Biblioteca diventa interattiva e accessibile a tutti grazie all'introduzione di tecnologie digitali all'avanguardia
"Un anno fa l'annuncio del ripristino delle risorse finanziarie e della necessità di avviare una nuova procedura di gara, ma nulla si è mosso"
Nella zona nord riguarda le utenze private mentre nella zona sud le utenze commerciali
Il militare si trovava, libero dal servizio, in un centro commerciale a Milazzo, nel Messinese
La cerimonia di professione solenne il 28 giugno alle 17 nella chiesa di Santa Maria di Gesù
Promosso dalla coop sociale Badia Grande in occasione della Giornata Mondiale del Rifugiato

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Vita di un conduttore radiofonico notturno

La notte non è fatta solo per dormire e sognare, durante la notte tutto ha un sapore diverso. E la notte la radio ha...

Bentornata Serie A

Riposte bandiere e striscioni, asciugati i sudori, proviamo a riavvolgere il nastro di questa stagione
Il 10 ottobre scorso il Consiglio comunale aveva deciso il conferimento accogliendo la proposta della Giunta
Presentato progetto per l'installazione di ulteriori telecamere per la sorveglianza del territorio
È la seconda unità del genere della Compagnia di navigazione
Sanzioni per un gruppo di turisti, un gestore di lido balneare e un noleggiatore di attrezzature da spiaggia