Ex acquedotto Dammusi, il Comune di Trapani cede l’area a Siciliacque

Potranno avviarsi i lavori di posa del nuovo acquedotto al servizio della Città di Alcamo

Collaborazione ed economizzazione delle risorse: il Comune di Trapani, per volere della Giunta Comunale, ha ceduto in concessione – in attesa della vendita definitiva – la proprietà dell’area di sedime dell’ex acquedotto Dammusi che diversi decenni fa veicolava l’acqua delle fonti di San Giuseppe Jato (non in concessione al Comune di Trapani) e da decenni inutilizzato al concessionario Siciliacque SpA.

Quest’atto è propedeutico per permettere di avviare i lavori di posa del nuovo acquedotto al servizio della Città di Alcamo. “Si tratta di un passo importante per la nostra comunità che ci consentirà prossimamente di aumentare la portata idrica in arrivo al serbatoio comunale – dichiara il sindaco di Alcamo Domenico Surdi -. Un momento di efficace collaborazione tra Comuni per il quale ringrazio il sindaco di Trapani Giacomo Tranchida e l’avvocato Dario Safina”.

“Ancora una volta, grazie a questo provvedimento, l’amministrazione Trapanese si pone al servizio dell’intera comunità, non guardando a sterili ed egoistiche logiche di campanile, anche in vista dell’attivazione dell’Ato Idrico della Provincia di Trapani – dichiara il sindaco di Trapani Giacomo Tranchida -. Ciascuno di noi, soprattutto in questa epoca difficile, contraddistinta dall’epidemia Covid, dai rincari e dall’emergenza idrica, deve andare anche oltre i propri ruoli e contribuire – peraltro senza togliere nulla alla propria comunità – a risolvere i problemi collettivi. L’acqua – conclude il sindaco di Trapani – è un bene pubblico primario e la mia amministrazione si sta adoperando per risolvere i problemi dei trapanesi, efficientando diversi pozzi e programmando tutte le necessarie manutenzioni straordinarie, tant’è vero che nell’ultima settimana l’erogazione idrica è ripresa regolarmente in quanto la capacità di pompaggio dei pozzi di Bresciana è stata migliorata, grazie anche al potenziamento naturale delle fonti e nelle prossime settimane aumenterà ulteriormente”.

Prosegue a Paceco la rassegna estiva “A Macaràro” [AUDIO]

Ne parliamo con Giovanna Scarcella, la curatrice dell'evento
Nell'anniversario della strage mafiosa di via d’Amelio
Intervista a Paolo Salerno, l'organizzatore della rassegna che da 16 anni propone i gusti dal mondo
Completato il revamping di due pozzi a Castelvetrano, in dirittura di arrivo quello dei pozzi di Trapani e Calatafimi
Possono partecipare alla selezione adulti tra i 18 e gli 80 anni di età e minori tra i 14 e i 17 anni di età
Una mostra mercato di prodotti tipici di enogastronomia, artigianato e commercio e tutto ciò che è di più rappresentativo per la Sicilia, e ogni sera è prevista musica
L'artista di Brolo ha incantato il pubblico con un mix di suoni, spaziando dal jazz al folk
Lo spettacolo si terrà in occasione della commemorazione della strage di Paolo Borsellino

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Vita di un conduttore radiofonico notturno

La notte non è fatta solo per dormire e sognare, durante la notte tutto ha un sapore diverso. E la notte la radio ha...

Bentornata Serie A

Riposte bandiere e striscioni, asciugati i sudori, proviamo a riavvolgere il nastro di questa stagione
Dei tre punti monitorati in provincia di Trapani, due risultano fuori dai limiti di legge
Tra queste, cinque cittadini tunisini che hanno violato il divieto di ingresso nel territorio nazionale italiano
Dieci imputati saranno giudicati con il rito abbreviato, gli altri otto con quello ordinario
Intervista all'assessore Emanuele Barbara e a Livio Marrocco presidente di Nova Civitas
Si tratta del terzo spettacolo in cartellone e si terrà al Salotto Culturale Insonnia il 24 luglio
L'autrice firmerà il suo libro “Granita e baguette”, nuovo “capitolo” della saga delle Signore di Monte Pepe
Con Ornella Fulco parliamo del primo appuntamento della rassegna letteraria di questa sera, giovedì 18 luglio al Teatro comunale di Valderice