Erice tra le Zone Franche Montane

"Da tempo Erice si spende affinché il territorio montano possa essere considerato alla stregua degli altri 156 che, legittimamente, rivendicano maggiori attenzioni"

Erice rientra formalmente tra le Zone Franche Montane. La proposta del Comune è stata accolta dall’assessorato regionale Attività produttive grazie alla lettura corretta indicata dall’assessore Mimmo Turano della seconda parte dell’articolo 1 della legge n.641 del 17/12/2019 che recita “… o porzioni di aree comunali densamente edificate, poste sempre al di sopra di 500 metri sul livello del mare, con popolazione residente sempre inferiore ai 15 mila abitanti, e costituenti nuclei storicizzati dove sono presenti fenomeni di spopolamento calcolati in funzione dell’andamento demografico di tali aree con dati storici certi negli ultimi 50 anni”.

«Crediamo molto nelle Zone Franche Montane e l’inserimento formale al suo interno, grazie all’impegno del vice sindaco Gianni Mauro e all’intuizione dell’assessore alle attività produttive Mimmo Turano, rappresenta un altro importante tassello in questo percorso – commenta la sindaca Daniela Toscano -. Da tempo Erice si spende affinché il territorio montano possa essere considerato alla stregua degli altri 156 che, legittimamente, rivendicano maggiori attenzioni. Le Zone Franche Montane rappresentano infatti una grande opportunità da cogliere e per il cui riconoscimento continueremo a lottare».

«Con la crisi economica e, soprattutto, a seguito della pandemia, i territori montani rischiano una desertificazione, sia demografica che economica, che ritengo preoccupante – aggiunge il vice sindaco Gianni Mauro -. Questi stessi territori, di cui Erice adesso farà parte formalmente, rappresentano tuttavia una enorme risorsa per l’Italia sia sotto il profilo storico-artistico che paesaggistico e, ovviamente, turistico. Per questo le ZFM rappresentano una priorità, perché l’istituzione di una fiscalità di sviluppo è la migliore soluzione per aprire le porte ad un rapido riavvio dei territori e delle rispettive condizioni economiche e di sviluppo. Attendiamo sempre che il Parlamento nazionale batta un colpo dopo che l’istituzione delle Zone Franche Montane in Sicilia è stata approvata all’unanimità dall’Assemblea Regionale Siciliana il 17 dicembre del 2019».

Emergenza idrica in Sicilia, Bica: “Dobbiamo coordinare gli sforzi” [AUDIO]

"Ripristinare pozzi nel Trapanese potrebbe aumentare la portata idrica fino a 150 litri al secondo"
"Obiettivo prioritario quello di arrestare l'esodo dei giovani siciliani verso il Settentrione"
A fare gli onori di casa, il comandante di Reggimento, colonnello Michelangelo Genchi
"Confronto con i gruppi politici sulla seconda metà del mandato”
Destinati dal Ministero del Lavoro e delle politiche sociali alla Sicilia per il Piano di attuazione locale
Il deputato regionale trapanese esorta il centrodestra al governo regionale alla revisione dei quattro milioni in più rispetto al 2023 destinati alle scuole paritarie
Per individuare le cause degli sversamenti a mare nella zona Baia dei Mulini
Effettuati 76 servizi straordinari tra centro storico di Trapani e aree ritenute “a rischio” di Alcamo, Castellammare del Golfo, Marsala, Mazara del Vallo e Salemi
La refurtiva, per un valore di circa 5mila euro, è stata restituita
Pubblicato l'Avviso di "Project Financing" per l'ampliamento del 19° Padiglione

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Sogni veri di una vita inventata

Una seconda possibilità è una grande dimostrazione di amore e compassione verso me stesso e potrebbe rappresentare un passo importante per la mia crescita...

Do you remember 2023?

Torna il blog di Andrea Castellano e si tuffa nell'anno appena passato: dalla crisi alla rinascita
Negli ospedali di Castelvetrano, Marsala e Trapani saranno allestiti punti informativi
Tre giornate, da oggi a domenica 14 aprile, per gli amanti del giardinaggio e del Verde
A partire dalle 10:30 si terrà un momento di incontro con l’amministrazione e le famiglie riceveranno sia la pergamena ricordo che la chiave simbolo della Giornata della Gentilezza
"Ognuno di noi deve fare la propria parte per proteggere e preservare la bellezza e la salute del nostro territorio"
In considerazione della severa crisi idrica, dovuta alle condizioni climatiche