domenica, Marzo 3, 2024

Egadi, il sindaco con propria ordinanza autorizza nuovi allacci idrici

Da circa due anni cittadini e operatori erano in attesa dell'autorizzazione dell'EAS o dell'Ente gestore non ancora individuato dalla Regione

I cittadini e gli operatori economici delle Egadi – come ad esempio i titolari di esercizi pubblici e nuovi gestori di servizi di ristorazione- potranno attivare nuovi allacci idrici dandone comunicazione al Comune e allegando, a corredo, una dichiarazione attestante che le operazioni di collegamento sono state fatte nel rispetto delle norme, utilizzando dispositivi di misurazione tarati.

Sarà anche istituito un apposito elenco dove annotare i dati anagrafici del nuovo utilizzatore o del subentro e, in entrambi i casi, i soggetti interessati saranno tenuti al pagamento dei canoni idrici maturat che saranno fatturati dopo la regolarizzazione contabile e amministrativa del nuovo utente.

Il sindaco Forgione, infatti, ha firmato un’ordinanza contingibile ed urgente per far fronte alla necessità di approvvigionamento idrico delle nuove utenze che, da circa due anni, erano in attesa dell’autorizzazione da parte dell’EAS [ndr: Ete in liquidazione] o dell’Ente gestore non ancora individuato dalla Regione

«Voglio ricordare ai cittadini delle isole Egadi che l’EAS provvedeva alla costruzione, alla gestione ed alla manutenzione della rete acquedottistica delle Egadi – sottolinea il primo cittadino – ed è compito della Regione Siciliana, nelle sue varie articolazioni, farsi carico del problema della gestione del servizio idrico nei comuni in cui operava l’EAS, ma la Regione ha omesso di legiferare in merito e nessun Ente ha garantito il servizio idrico ai comuni siciliani a danno dei cittadini. In questo contesto, determinato esclusivamente dal mancato intervento della Regione Siciliana, i cittadini delle Egadi hanno subito la violazione del diritto fondamentale dell’accesso all’acqua, con importanti ricadute anche economiche, posto che nel periodo estivo la popolazione subisce un incremento a causa della presenza di turisti e stagionali. L’acqua è un bene primario irrinunciabile per ogni essere umano e, pertanto, in mancanza di iniziative da parte delle amministrazioni preposte per evitare problemi igienico-sanitari, ho sentito la responsabilità di intervenire, in via eccezionale e provvisoria, per consentire l’allaccio di nuove utenze con specifiche modalità in rapporto ai principi di ragionevolezza ed equità».

L’amatoriale che riempie i teatri, Ariston sold-out a Trapani con 50&più [AUDIO]

"Ignazio e Franca Florio, storia di una illusione", ne abbiamo parlato con Cinzia Saura
Si attende adesso il parere dei Revisori per l'approvazione in Consiglio Comunale
Di Dia e Falco: “Chiederemo incontro al nuovo commissario per l’emergenza siccità Cartabellotta”
Dal prossimo 6 marzo in via Vittorio Alfieri, 9 il primo mercoledì di ogni mese dalle 16 alle 18

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Sogni veri di una vita inventata

Una seconda possibilità è una grande dimostrazione di amore e compassione verso me stesso e potrebbe rappresentare un passo importante per la mia crescita...

Do you remember 2023?

Torna il blog di Andrea Castellano e si tuffa nell'anno appena passato: dalla crisi alla rinascita
Il Consiglio comunale ha approvato la proposta dell'Amministrazione all'unanimità
Il 3 marzo alle ore 10.30 i volontari si ritroveranno in piazzale stenditoio, alla Cala Marina
Petrusa ricopre anche il ruolo di segretario della Filctem Cgil di Trapani
Appuntamento sabato 2 marzo alle ore 18 si terrà una nuova presentazione del libro presso i locali del tempio valdese in via Orlandini 38 di Trapani