“E’ possibile ascoltare nell’era digitale?”, iniziativa della Diocesi di Trapani sulla comunicazione

Sarà possibile seguire l'incontro sui canali social della Diocesi

Si è celebrata ieri, domenica dell’Ascensione, la 56^ Giornata mondiale per le Comunicazioni sociali, una delle giornate volute dal Concilio Vaticano II per tutta la Chiesa. Quest’anno il tema indicato da papa Francesco in un breve ma intenso messaggio è dedicato all’ascolto e sottolinea il valore di mettere la persona al centro dell’informazione: “non si fa buon giornalismo – dice il papa – senza la capacità di ascoltare”.

Un appello rivolto a tutti, non soltanto ai professionisti della comunicazione: “Stiamo perdendo la capacità di ascoltare chi abbiamo di fronte, sia nella trama normale dei rapporti quotidiani, sia nei dibattiti sui più importanti argomenti del vivere civile”, continua ancora Francesco.

Per cogliere spunti di riflessione, mercoledì prossimo, 1 giugno, alle 19.30, sulla pagina Facebook e sul canale Youtube della Diocesi di Trapani si terrà un incontro – moderato dalla giornalista Lilli Genco – sul tema “Ma fai rumore! È possibile ascoltare nell’era digitale” con ospiti Vincenzo Corrado, direttore dell’Ufficio nazionale delle Comunicazioni Sociali della CEI, e Rosy Russo, presidente e fondatrice di “Parole Ostili” l’associazione che ha promosso il “Manifesto per una comunicazione non ostile” insieme al vescovo Pietro Maria Fragnelli.

Seguiranno alcune testimonianze su come l’ascolto autentico del territorio può essere volano di buone pratiche, per la democrazia partecipativa delle città, per un sostegno reale ai più esclusi, anche nella Chiesa. Interverranno Roberta Peraino, segretaria dell’associazione giovanile “Trapani per il futuro”, suor Maria Domenica Gori, psicologa e psicoterapeuta, volontaria alla Casa Circondariale “Pietro Cerulli” di Trapani, Maria Concetta Papa, assistente sociale, già direttrice del CARA e dell’Hotspot di Trapani, e Giovanni Quartana, componente dell’equipe sinodale diocesana che racconterà l’esperienza di ascolto vissuta nei circa 200 gruppi sinodali creati quest’anno nella Diocesi di Trapani.

Trapani, “tantu nenti e tantu assai” tra lirica di tradizione e cibo d’attrazione [EDITORIALE]

Mai accaduto prima, una fiera di piazza ed una "prima" a teatro potrebbero causare qualche inconveniente, soprattutto politico
Mai accaduto prima, una fiera di piazza ed una "prima" a teatro potrebbero causare qualche inconveniente, soprattutto politico
I rifiuti erano ammassati su una parte di un terreno in contrada Ciappola
Si tratta di una donna di origine venezuelana, rintracciata in un hotel a Mazara del Vallo
Ottenuto un finanziamento di 30.000 per attività di controllo e prevenzione durante la stagione estiva
Nelle ultime due stagioni agonistiche ha militato nel Modena in Serie B
Da lunedì 15 a sabato 20 luglio San Vito Lo Capo accoglierà registi, autori, attori, appassionati e anche turisti che per cinque giorni potranno godere di diverse proiezioni
Un'estate tra jazz, Tiromancino, presentazione di libri, spettacoli teatrali e cibo
Il 30enne attaccante senegalese arriva da svincolato.
In occasione dell'anniversario della strage di via D'Amelio
Arriva da svincolato e ha sottoscritto un contratto biennale

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Vita di un conduttore radiofonico notturno

La notte non è fatta solo per dormire e sognare, durante la notte tutto ha un sapore diverso. E la notte la radio ha...

Bentornata Serie A

Riposte bandiere e striscioni, asciugati i sudori, proviamo a riavvolgere il nastro di questa stagione
Iniziativa per la valorizzazione delle chiese appartenenti al Fondo Edifici per il Culto
Dal 14 al 30 luglio si terranno 10 diversi concerti, tutti con inizio alle 21:30 e a ingresso gratuito
La società mette a disposizione diversi alloggi nelle mete più ambite d'Italia
Il festival letterario che promuove le produzioni editoriali è giunto alla sua quarta edizione
Mentre si lavora per risolvere i guasti, installati due generatori mobili
Il restauro realizzato grazie alle somme del Fondo per l’edilizia di culto del Ministero dell’Interno