“E poi si vede!”, solo a Trapani potevano girarlo questo film

Arrivano I Sansoni, sperando che abbiano la "forza" di indurre Trapani ad un salto di qualità della vita

In questa città “sospesa”, più di un caffè a Napoli per i bisognosi…
In questa città “in attesa”, più di un capodoglio femmina che non riesce a partorire…
In questa città “bucata” nel tempo e nell’asfalto manco si chiamasse Trapani…
In questa città “sbilanciata” in tutte le previsioni e consuntivi…
finalmente, lo slogan adottato da decine di anni per risolvere i problemi di “normale amministrazione” è diventato un FILM: “E poi si vede”.

Proprio così, e poi si vede! un sentimento di speranza che dai trapanesi potrà finalmente essere condiviso col resto del mondo attraverso le sale cinematografiche e le piattaforme a pagamento.
Questo è il titolo del film. Non conosciamo i contenuti né la storia ma il fatto che venga girato a Trapani sembra essere proprio un segno del destino. Ne da notizia stamattina il sorridente sindaco di Trapani che, insieme con l’assessora alla cultura hanno accolto “I Sansoni” che ne saranno i protagonisti e che vediamo in questa foto sul set.
Questo il comunicato stampa che riportiamo nella sua integrità:
Trapani scelta nuovamente come set cinematografico.
In queste ore in città si sta girando il film “E poi si vede” prodotto da Greenboo production e Warner Bros Italia e diretto dal giovane e pluripremiato regista Giovanni Calvaruso. Protagonisti “I Sansoni”, oltre ad un cast artistico d’eccezione che vedrà, tra tutti, Ester Pantano, Domenico Centamore e Donatella Finocchiaro. Ieri il sindaco Giacomo Tranchida e l’assessore Rosalia  d’Alì si sono recati sul set per incontrare tutto lo staff impegnato nelle riprese lungo le mura di tramontana e a piazza ex mercato del pesce.

“È sempre una grande opportunità di promozione e valorizzazione sostenere le produzioni che scelgono di ambientare nel territorio film e fiction. Abbiamo pertanto accolto con grande entusiasmo la proposta avanzata dal location manager Ivan Ferrandes autorizzando le riprese e mettendoci a disposizione per il supporto necessario al sereno svolgimento del lavoro”.

Speriamo che da questo profetico titolo, si possa prendere spunto. Nel frattempo, la quotidianità propone a tutti i cittadini tante, troppe cose che, in questa città continuiamo inesorabilmente a “vedere” e sopportare, e per la maggior parte non sono cose piacevoli. Le cose belle le conosciamo tutti, il sole, il mare, la natura… talmente belle che forse non ci meritiamo e per questo continuiamo a non riuscirne ad apprezzare il valore ed unicità. Potremmo invece, adeguatamente e civilmente reagire quando queste bellezze ci vengono proposte come autentici strumenti di “distrazione” di massa. Da troppi anni infatti, a Trapani, le bellezze, la storia, la cultura, vengono tirate in ballo per nascondere tutto quello che dovrebbe essere migliorato. “E poi si vede”… sì ma, diteci quando!

 

Fileccia v/s Barbara, polemica a suon di “Pop Fest” [AUDIO e VIDEO]

Barbara "In estate tornerà la ruota panoramica", Fileccia "Se è così, la prossima festa di capodanno la organizzo io!"
Sono il 51enne Francesco Marchese, la 43enne Giuseppa Valentina Piccione e la 43enne Donatella Ingardia
Non metteva post pubblici, ma utilizzava molto la messaggistica privata
Sabato 28 e domenica 29 aprile nella piazza ex Mercato del pesce
"Su altre opere candidate dal Comune di Trapani si aprirà un tavolo di confronto con la governance della ZES"

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Sogni veri di una vita inventata

Una seconda possibilità è una grande dimostrazione di amore e compassione verso me stesso e potrebbe rappresentare un passo importante per la mia crescita...

Do you remember 2023?

Torna il blog di Andrea Castellano e si tuffa nell'anno appena passato: dalla crisi alla rinascita
Gli studenti di alcune scuole primarie parteciperanno ad una visita teatralizzata
Dopo la notifica della misura della custodia cautelare in carcere aveva accusato un malore