Dopo 20 anni il pubblico potrà entrare dentro il Tempio di Segesta

Vernissage della mostra ELYMA, installazioni di Gandolfo Gabriele David in dialogo con il parco archeologico

Il progetto ELYMA è un invito a riflettere e dialogare con l’ambiente circostante, perdersi e ritrovarsi in una natura potente e presente, riconnettersi, cercare spunti per narrazioni diverse, stringere cerchi lontani e ritrovare simboli comuni da condividere, immergendosi nel cuore più ancestrale della città stratificata dell’antica Segesta. Qui le installazioni vegetali e sculture sonore dell’artista Gandolfo Gabriele David, tracceranno un percorso che condurrà al cuore del Tempio dorico, visitabile dopo un ventennio anche dall’interno, atto antico e amore contemporaneo in dialogo con il Parco Archeologico di Segesta.

La mostra aprirà al pubblico da venerdì 7 luglio e sarà visitabile fino al 19 maggio 2024. Vernissage giovedì (6 luglio) alle 17,30.

Non è solo un’installazione di Land Art ma un’esperienza profonda, un autentico segno di rispetto nei confronti del Parco Archeologico, a testimonianza della sacralità antica ritrovata, a prescindere da ogni credo religioso. L’antico Tempio, mai completato, ritornerà ad accogliere i visitatori al suo interno, interagendo con le installazioni e con le azioni rituali suggerite dall’artista. La mostra, curata dallo storico dell’arte Lori Adragna e dal direttore del Parco, Luigi Biondo ed organizzata da MondoMostre per il Parco archeologico, si snoda in un percorso punteggiato dalle opere ed arricchito da una sezione curata dalle archeologhe Maria Cecilia Parra e Chiara Michelini, impegnate da anni nelle indagini archeologiche dei siti siciliani di Segesta e di Entella.

La mostra sarà inaugurata giovedì 6 luglio alle 17.30 alla presenza del direttore del Parco archeologico di Segesta Luigi Biondo, del dirigente generale del Dipartimento dei Beni Culturali e dell’Identità siciliana Mario La Rocca, del sindaco di Calatafimi Segesta Francesco Gruppuso, della curatrice Lori Adragna e dell’artista Gandolfo Gabriele David.

Il verde pubblico a Trapani non è coltura ma… Cultura [REPORTAGE]

Una storia grottesca, quasi incredibile, di piante, divieti di sosta e sfabbricidi. Per fortuna a lieto fine
Una storia grottesca, quasi incredibile, di piante, divieti di sosta e sfabbricidi. Per fortuna a lieto fine
La storica dell'Arte Lina Novara nominata direttrice del Museo Diocesano
Accompagnerà i presenti in un viaggio culinario tra le ricette tradizionali della sua terra e le sue creazioni quotidiane
Le rate per il pagamento della Tari passano da tre a cinque

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Vita di un conduttore radiofonico notturno

La notte non è fatta solo per dormire e sognare, durante la notte tutto ha un sapore diverso. E la notte la radio ha...

Bentornata Serie A

Riposte bandiere e striscioni, asciugati i sudori, proviamo a riavvolgere il nastro di questa stagione
In via Emanuela Loi e al Museo intitolato a Paolo Borsellino
Completato il revamping di due pozzi a Castelvetrano, in dirittura di arrivo quello dei pozzi di Trapani e Calatafimi
Possono partecipare alla selezione adulti tra i 18 e gli 80 anni di età e minori tra i 14 e i 17 anni di età
Una mostra mercato di prodotti tipici di enogastronomia, artigianato e commercio e tutto ciò che è di più rappresentativo per la Sicilia, e ogni sera è prevista musica