giovedì, Febbraio 29, 2024

Detenuto ricoverato danneggia stanza in ospedale: la denuncia della UILPA Polizia Penitenziaria

"Al carcere di Trapani non viene garantita l'assistenza medica h24"

“Non è più possibile operare in queste condizioni, oramai si è superato il limite di guardia e anche nelle strutture esterne la Polizia Penitenziaria viene esposta a rischi davvero estremi”.

Così l’esponente sindacale interviene sulla vicenda accaduta ieri mattina all’ospedale Sant’Antonio Abate di Trapani dove “un detenuto con evidenti problemi psichiatrici, con un provvedimento di TSO obbligatorio, ricoverato nel reparto detentivo sito in un’ala dell’ospedale ha distrutto completamente la stanza di degenza”.

Veneziano chiede “cosa ci faceva un soggetto detenuto con TSO in una stanza/cella di degenza dove vengono rinchiusi detenuti comuni, a maggior ragione perché si trova in una zona dell’ospedale dove vengono ricoverati pazienti che hanno bisogno di stare riparati da schiamazzi”.

Il Segretario generale della UILPA Polizia Penitenziaria Sicilia anticipa che sarà chiesto all’assessora regionale alla Salute “come mai al carcere di Trapani con oltre 500 detenuti pare non venga garantita l’assistenza medica h24, cosa che costringe gli operatori di Polizia Penitenziaria a chiamare il 118, quindi con ricoveri esterni facili, con i rischi per l’incolumità pubblica e la sicurezza degli operatori di Polizia Penitenziaria”.

“Spiace – conclude Veneziano – costatare senza ombra di smentita l’assenza di concreti interventi da parte del ministro Nordio e del Capo Dap Russo: dopo quasi otto mesi di rombanti promesse di massima attenzione verso la Polizia Penitenziaria, si registra solo un assordante silenzio e lo sfacelo totale della Polizia Penitenziaria”.

Fondo di progettazione, via libera ai contributi per tutti i Comuni siciliani

L'assessore Aricò: «Sostegno alle amministrazioni locali per crescita e sviluppo»
Presenti anche gli sportivi del Trapanese destinatari delle benemerenze CONI consegnate lo scorso dicembre
Coinvolte dodici persone che si occuperanno della cura del Verde a Favignana
"Impossibile garantire alla comunità una regolare distribuzione idrica con mezzi alternativi"
"Esperienza positiva, contento di avere avuto l'opportunità di rappresentare la mia gente" ha dichiarato l'ala granata

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Sogni veri di una vita inventata

Una seconda possibilità è una grande dimostrazione di amore e compassione verso me stesso e potrebbe rappresentare un passo importante per la mia crescita...

Do you remember 2023?

Torna il blog di Andrea Castellano e si tuffa nell'anno appena passato: dalla crisi alla rinascita
Il primo dirigente della Polizia di Stato ha all'attivo una lunga e articolata carriera
Un violento nubifragio si è abbattuto sulla cittadina
Con le donne migranti del centro SAI e l'associazione Il Mulino
Si tratta di sistemi di ancoraggio e relitti potenzialmente pericolosi per ecosistema e bagnanti