Destinazione ex hotel Torre Sciare, sindaco e presidente del Consiglio comunale di Valderice incontrano Schifani

Si mira ad impedire che diventi un centro di accoglienza per migranti

Incontro a Palazzo D’Orleans, a Palermo, tra la delegazione del Comune di Valderice, composta dal sindaco Francesco Stabile e dal presidente del Consiglio comunale Camillo Iovino, e il presidente della RegioneRenato Schifani.

Al centro dell’incontro le preoccupazioni espresse nelle ultime settimane dai cittadini e dalle forze politiche di Valderice circa la possibilità di destinare l’ex Hotel Torre Xiare, bene confiscato a Cosa nostra, a centro di accoglienza per migranti e non a cittadella universitaria gestita dall’ERSU per gli studenti meritevoli e bisognosi che frequentano il Polo universitario di Trapani.

Durante l’incontro è emersa la comune volontà di trovare un percorso che risponda alle esigenze di supporto alle politiche nazionali di accoglienza dei migranti, garantendo però anche la salvaguardia del bene storico-architettonico e rispondendo alle legittime richieste della comunità valdericina.

Il sindaco Francesco Stabile e il presidente del Consiglio comunale Camillo Iovino hanno perciò proposto come soluzione alternativa l’utilizzo del Residence Marino di Trapani (ex Ospizio), struttura vicina, peraltro, al porto di Trapani e al molo Ronciglio dove solitamente avvengono gli sbarchi dei migranti, che è di proprietà della Regione Siciliana e attualmente inutilizzato, consentendone così anche il recupero dallo stato di abbandono e di degrado in cui versa. La struttura, per decenni ha ospitato tanti bambini, successivamente era stato ristrutturato dalla Regione per ospitare anziani; nel 2014 era diventato sede di un Centro di accoglienza per migranti per poi essere definitivamente chiuso nel 2016.

Al termine dell’incontro, Stabile e Iovino, hanno dichiarato: “Il processo partecipativo e di apprezzata disponibilità del presidente della Regione, Renato Schifani, rappresentano una speranza per la nostra comunità nell’auspicio di una soluzione che tuteli i valori fondamentali del nostro Comune, promuovendo lo sviluppo del territorio congiuntamente alla solidarietà, alla legalità e allo stesso riscatto culturale di Valderice.”

“Siamo comunque in attesa – sottolinea il presidente del Consiglio di Valderice – della convocazione della Conferenza di servizi richiesta nei giorni scorsi all’Agenzia Nazionale per la gestione dei Beni Confiscati per ottenere che il bene sia assegnato definitivamente al Comune o, in subordine, alla Regione Siciliana per realizzare una residenza universitaria. L’Amministrazione Comunale – conclude Camillo Iovino – terrà costantemente informati i cittadini sulle prossime tappe di questo percorso per garantire la massima trasparenza e condivisione delle decisioni adottate.”

Trapani, “tantu nenti e tantu assai” tra lirica di tradizione e cibo d’attrazione [EDITORIALE]

Mai accaduto prima, una fiera di piazza ed una "prima" a teatro potrebbero causare qualche inconveniente, soprattutto politico
Il 47enne è rimasto schiacciato da un camion
Sanzionato il titolare, l'Asp dispone sospensione attività della cucina
Il 30enne indiano apparterrerebbe ad un’associazione dedita al traffico di armi e alla commissione di estorsioni e omicidi
I curatori, Marco di Capua, Giordano Bruno Guerri e Pasquale Lettieri, presenteranno i capolavori esposti
Ha firmato un contratto fino al 30 giugno 2026
Rafforzata la contrattazione nazionale con il potenziamento di alcuni capitoli tra cui Salute, sicurezza e ambiente
"Bisogna diffidare da queste promozioni. Non esistono formule magiche, nessuno regala nulla"
Prolungati i contratti a tre protagonisti della passata stagione agonistica

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Vita di un conduttore radiofonico notturno

La notte non è fatta solo per dormire e sognare, durante la notte tutto ha un sapore diverso. E la notte la radio ha...

Bentornata Serie A

Riposte bandiere e striscioni, asciugati i sudori, proviamo a riavvolgere il nastro di questa stagione
Mai accaduto prima, una fiera di piazza ed una "prima" a teatro potrebbero causare qualche inconveniente, soprattutto politico
Nelle ultime due stagioni agonistiche ha militato nel Modena in Serie B
Da lunedì 15 a sabato 20 luglio San Vito Lo Capo accoglierà registi, autori, attori, appassionati e anche turisti che per cinque giorni potranno godere di diverse proiezioni
Un'estate tra jazz, Tiromancino, presentazione di libri, spettacoli teatrali e cibo
Il 30enne attaccante senegalese arriva da svincolato.
In occasione dell'anniversario della strage di via D'Amelio
I rifiuti erano ammassati su una parte di un terreno in contrada Ciappola
Ottenuto un finanziamento di 30.000 per attività di controllo e prevenzione durante la stagione estiva