mercoledì, Febbraio 21, 2024

“Da Cosa Nostra a Casa Nostra”, il progetto culturale comincia a prendere forma

All'interno della struttura è prevista la realizzazione di una biblioteca multimediale nella quale raccogliere gli atti giudiziari riguardanti i processi contro l'organizzazione mafiosa trapanese, ma anche la documentazione relativa ai beni confiscati

Il progetto culturale “Da Cosa nostra a Casa Nostra”, promosso dal Comune di Erice e sostenuto dal Comune di Trapani, inizia a prendere forma. La sede delle attività è un bene confiscato alla mafia, un’abitazione nel territorio di Erice, in via tenente Pollina, appartenuta al capo della mafia trapanese Francesco Pace.

L’immobile, grazie a un finanziamento del Ministero dell’Interno, è stata attrezzato con una serie di postazioni informatiche e dotata di una web radio oltre che degli arredi necessari per essere usata anche per luogo d’incontri e riunioni.

Da qualche settimana, il Comune di Erice ha affidato la struttura – dedicata ai gemellini Salvatore e Giuseppe Asta, uccisi insieme alla madre nell’attentato mafioso del 2 aprile 1985 ai danni del magistrato Carlo Palermo da parte di Cosa Nostra – all’associazione “Trapani per il futuro”.

Il progetto prevede la realizzazione di una biblioteca multimediale nella quale raccogliere gli atti giudiziari riguardanti i processi contro Cosa mmptpj trapanese e anche la documentazione relativa ai beni confiscati. La biblioteca sarà dedicata al prefetto Fulvio Sodano.

Nei giorni scorsi si è tenuta anche una prima riunione a Rigaletta-Milo negli uffici del Comune di Erice, alla quale hanno partecipato le delegazioni dei rispettivi comuni guidate dai sindaci di Erice e Trapani, Daniela Toscano e Giacomo Tranchida; i rappresentanti dell’associazione Trapani per il Futuro con il loro presidente Sergio Parisi; il presidente della sottosezione di Trapani dell’Anm Giancarlo Caruso, il dirigente scolastico del Liceo Ximenes – Fardella, Filippo De Vincenzi, il dirigente del Comune di Erice, Toto Denaro e il giornalista Rino Giacalone.

Sono state pianificate le azioni da condurre per giungere – in coincidenza dell’edizione 2002 della manifestazione “Non ti scordar di me” – dedicata al ricordo della strage mafiosa di Pizzolungo – ad avere operativo il sito dove raccogliere i documenti giudiziari e la web radio funzionante in sinergia con gli studenti del Liceo Ximenes-Fardella che, come ha spiegato nel corso dell’incontro il rappresentante d’istituto, Gioele Tallarita, hanno già avviato un analogo progetto di comunicazione e intrattenimento.

Al progetto culturale “Da Cosa Nostra a Casa Nostra” verrà chiesta l’adesione di altri istituti scolastici trapanesi. “Pensiamo alla creazione di una palestra culturale dove agli esercizi per tenere viva la memoria si aggiungano quelli per avere profonda conoscenza della storia di questo territorio e così per riuscire a far crescere consapevolezza e capacità di resistenza contro il fenomeno mafioso – dicono i sindaci di Trapani ed Erice, Tranchida e Toscano -,  che sappiamo bene come nella nostra terra ha alimentato un filone culturale che ha condotto anche a un pensiero negazionista sull’esistenza stessa del fenomeno mafioso. In questo cammino abbiamo incontrato già importanti collaborazioni e tra queste tanti giovani che stanno crescendo col desiderio di vedere sconfitta una volta e per sempre l’organizzazione mafiosa”.

‘a Scurata d’Inverno a Marsala: in scena “La Grande Famille” [AUDIO]

Giacomo Frazzitta ci presenta la piece teatrale ispirata alla storia della famiglia Pellegrino, in scena al Teatro Sollima Sabato 24 e Domenica 25 febbraio 2024

Trapani, buona la seconda

Quattro gol contro il Fulgatore. L'analisi di Francesco Rinaudo
Avviato processo di digitalizzazione con nuovi servizi
"Questa vittoria rappresenta un simbolo di unità e coesione per la nostra comunità"

Lucca Comics & Games: un luogo per il dialogo e le differenze

314.220 biglietti venduti, più di 700 espositori, centinaia di ospiti da tutto il mondo

L’esperta risponde: tutti i dubbi su gas e luce [Parte 5]

In settimana i lettori di Trapanisi.it hanno inviato alla nostra esperta alcune domande
Lo spettacolo di giovedì sarà ricco di battute, sketch e riflessioni
"Non siamo quelli contrari allo sviluppo economico della città, né coloro a cui fare lezioncine di morale e politica"
Il corso di laurea verrà presentato nell’ambito della presentazione dell’Osservatorio sulla burocrazia, che si terrà il prossimo 4 marzo a Palermo
Il comico palermitano torna in scena con il suo nuovo spettacolo
È allarme per gli effetti negativi dell'uso sconsiderato di smartphone, videogiochi e altri dispositivi digitali da parte di bambini e adolescenti

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

“Dottore, ho l’ansia sociale? Perché non riesco a parlare in pubblico o a dire...

Torna il blog Tienilo inMente del dottor Giuseppe Scuderi, psicologo clinico e digitale

Sogni veri di una vita inventata

Una seconda possibilità è una grande dimostrazione di amore e compassione verso me stesso e potrebbe rappresentare un passo importante per la mia crescita...

Do you remember 2023?

Torna il blog di Andrea Castellano e si tuffa nell'anno appena passato: dalla crisi alla rinascita
Previste due tipologie di interventi finanziati con quasi 450 mila euro dal Ministero dell'Interno
In vigore nelle prossime settimane l'ulteriore sconto per chi sceglierà la domiciliazione bancaria
Pochissime le denunce nella provincia di Trapani rispetto all’effettiva incidenza di usura ed estorsioni
Daniele Giuffrè ha sfiorato il titolo con un allungo per poco non andato in porto
Cartabellotta commissario per l'emergenza siccità

Torna la musica dance nelle classifiche: il fenomeno Kungs

Un nuovo post su Freedom, il blog di DJ Vince

Breve guida al Green Pass sui luoghi di lavoro dopo la fine dello stato...

Termina lo stato di emergenza, quali cambiamenti sono previsti? Torna "Il lavoro, spiegato bene", il blog del consulente del lavoro ed euro-progettista Sergio Villabuona

Mangiar sano

Torna "Punto Salute News", il blog del dottor Andrea Re