Cry Macho, un modello di eroe al con-fine

Torna il blog di Nerd Attack con un nuovo "film del giorno": oggi tocca all'ultima opera di Clint Eastwood

A cura di Diletta Cultrera

IL FILM DI OGGI: “Cry Macho” di Clint Eastwood. L’eroe, alla fine dei suoi giorni, tenta un’ultima (?) impresa eroica.

Il western è sempre l’occasione di Eastwood per raccontare l’America ai confini: la periferia, il sobborgo, la prateria. Anche stavolta, come in “Gran Torino”, l’eroe tenta il salvataggio della nuova generazione, rappresentata da un ragazzo messicano abbandonato a se stesso.

Alla fine però non opta per il sacrificio estremo di se stesso come in “Gran Torino” o in “Un mondo perfetto”, ma decide allo stesso tempo di salvare e salvarsi. Il ritorno a casa è in realtà una fuga verso una nuova casa, un mondo matriarcale e positivo in cui la femminilità forte e autonoma e la Natura confliggono con le leggi violente della mascolinità.

Il ragazzo non fugge con lui ma viene restituito al mondo del padre, un mondo tutt’altro che perfetto, corrotto, vigliacco, ma che costituisce un’alternativa preferibile al mondo anaffettivo e violento governato dalla madre. Qual è, dunque, il regalo dell’eroe alla nuova generazione? La consapevolezza che non esistono opposizioni manichee tra Bene e Male, ma realtà complesse in cui luci e ombre convivono.

Risiede in questa scelta il filo di continuità con tutta l’opera precedente di Eastwood che, pur proponendo un eroe arrugginito e sul viale del tramonto (in un rimando metatestuale forse identitario), riesce ancora una volta a regalarci delle riflessioni lucide e coerenti. Nonostante i dialoghi siano a volte didascalici e poco efficaci vale ancora la pena posare lo sguardo su quell’America ancestrale, ai confini tra l’epopea western e il realismo, in cui si muove il nostro cowboy, consapevole del fatto che non tutto, nel mondo reale, può essere sistemato dall’eroe a cavallo e che “contro la vecchiaia non ho rimedi”.

Trapani a secco, l’assessore spiega [AUDIO]

La situazione del servizio idrico nel territorio comunale
Con quattro vele, arretra Pantelleria che quest'anno si ferma a tre
Scambiare la nostra vita in cambio di oggetti feticci ci rende più felici?
Producer francese da oltre 9 milioni di ascoltatori mensili, oltre 1 miliardo di streams totali e numerosi dischi d'oro e di platino
Saranno presenti cinque unità e mezzi fino al prossimo 13 settembre
Degustazioni di vini e prodotti alimentari, incontri con i produttori e masterclass con un percorso artistico suggestivo

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Vita di un conduttore radiofonico notturno

La notte non è fatta solo per dormire e sognare, durante la notte tutto ha un sapore diverso. E la notte la radio ha...

Bentornata Serie A

Riposte bandiere e striscioni, asciugati i sudori, proviamo a riavvolgere il nastro di questa stagione
La passeggiata sonora prevede di camminare in silenzio, concentrandosi sull’ascolto dell'ambiente, considerando la propria presenza al suo interno
Tale manifestazione vedrà gallerie d’arte, spazi creativi e atelier di artisti aprire le porte ai visitatori
Il 5 luglio riapre il museo che racconta la pesca del tonno
Nella zona nord riguarda le utenze private mentre nella zona sud le utenze commerciali
La cerimonia di professione solenne il 28 giugno alle 17 nella chiesa di Santa Maria di Gesù
Promosso dalla coop sociale Badia Grande in occasione della Giornata Mondiale del Rifugiato