sabato, Marzo 2, 2024

Crisi vitivinicola, Marsala e Petrosino chiedono aiuti alla Regione

Danni da maltempo, crisi distillazione, ristruttturazione debiti, aiuto in regime de minimis gli argomenti sul tavolo

Danni da avversità atmosferiche, distillazione di crisi, ristruttturazione dei debiti, vendemmia verde nonchè la verifica di un aiuto in regime de minimis di cui potrebbero usufruire direttamente i viticoltori. Sono i punti su cui si è focalizzato l’incontro sulla crisi del settore vitivinicolo tenutosi ieri pomeriggio al Palazzo comunale di Marsala su iniziativa dei sindaci Massimo Grillo e Giacomo Anastasi. Punti su cui si è riscontrata totale condivisione degli altri rappresentanti istituzionali invitati al tavolo tecnico, a cominciare dai deputati regionali Cristina Ciminnisi, Dario Safina, Stefano Pellegrino e Nicola Catania.

“Il grido di allarme lanciato del settore agricolo – affermano Grillo e Anastasi – va sostenuto nelle opportuni sedi. Sono criticità, non ultima la peronospora, su cui chiediamo di fare rete, agire in sinergia, concordare iniziative per raggiungere soluzioni. Insomma, un lavoro di squadra – aggiungono i sindaci di Marsala e Petrosino – che include i nostri Consigli comunali e alla cui attenzione sottoporremo un documento da condividere anche con gli altri sindaci della provincia e indirizzato ai Governi regionale e nazionale”.

Nel corso dell’incontro – avviato dall’intervento dell’assessore alle Attività produttive Salvatore Agate – presidenti e delegati delle Cantine sociali “Colomba Bianca”, “Paolini”, “Birgi” “Petrosino” ed “Europa” hanno espresso l’urgenza delle richieste, mettendo altresì in risalto l’aumento generale dei costi di produzione agricola (concimi ed energia in particolare) che ha amplificato una crisi che, dopo la pandemia, fa ora i conti con la guerra in Ucraina. Sulla necessità di agire in fretta hanno pure convenuto le altre sigle di categoria – Confagricoltura, Coldiretti, CIA, Consorzio DOC Sicilia, Feder.Agri, Legacoop, AGCI – in ciò sostenuti anche dal direttore dell’Ispettorato provinciale agricoltura Vito Falco il quale, riguardo all’emergenza peronospora, ha evidenziato la lunga procedura che segue la richiesta di accertamento dei danni. Alla luce della previsione di un fortissimo calo della produzione di uva da vino (in taluni casi anche oltre il 50%), agire con la massima tempestività è urgente. E ciò su più fronti, ossia concentrando gli sforzi su avversità atmosferiche, distillazione di crisi, ristrutturazione dei debiti, vendemmia verde, de minimis, i punti su cui – in maniera unanime – sono confluiti tutti i presenti al tavolo tecnico di Marsala. Come e dove trovare le risorse (uno stanziamento di 20 milioni, si auspica) è un impegno che i deputati regionali presenti si sono assunti, coinvolgendo in prima battuta sia l’assessore regionale all’agricoltura Luca Sammartino che il dirigente regionale Dario Cartabellotta. Da Marsala e Petrosino si avvia un percorso di sostegno alla crisi vitivinicola che investe tutta la Sicilia.

L’amatoriale che riempie i teatri, Ariston sold-out a Trapani con 50&più [AUDIO]

"Ignazio e Franca Florio, storia di una illusione", ne abbiamo parlato con Cinzia Saura
Il 3 marzo alle ore 10.30 i volontari si ritroveranno in piazzale stenditoio, alla Cala Marina
Petrusa ricopre anche il ruolo di segretario della Filctem Cgil di Trapani
Appuntamento sabato 2 marzo alle ore 18 si terrà una nuova presentazione del libro presso i locali del tempio valdese in via Orlandini 38 di Trapani

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Sogni veri di una vita inventata

Una seconda possibilità è una grande dimostrazione di amore e compassione verso me stesso e potrebbe rappresentare un passo importante per la mia crescita...

Do you remember 2023?

Torna il blog di Andrea Castellano e si tuffa nell'anno appena passato: dalla crisi alla rinascita
Aziende locali faranno conoscere i loro prodotti: vino, carne, miele, formaggi, pasta, frutta e verdura
Per pianificare e coordinare le operazioni di disinnesco e brillamento. L'area di contrada Rampinzer, dal momento del rinvenimento dell'ordigno da parte di operai che stavano lavorando per installare un campo fotovoltaico, è costantemente vigilata
Un'occasione per riscoprire il valore della cura delle persone, degli altri e del nostro pianeta
Si tratta di "Villa Favorita" a Marsala e "La Clessidra" a Salemi