Crisi idrica e problemi per gli agricoltori, l’associazione “I Guardiani del Territorio” chiede soluzioni alla Regione

Per risolvere le problematiche della Diga Trinità

L’associazione “I Guardiani del Territorio mostra preoccupazione per la crisi idrica, derivante dalle condizioni della Diga Trinità, che sta causando danni all’agricoltura locale.
“Abbiamo scritto alla Regione – dichiara Davide Piccione, portavoce dell’associazione – riservandoci di adottare misure legali per ottenere il riconoscimento dei danni subiti dagli agricoltori a causa dell’incapacità di gestire la crisi idrica”.

Questo il testo della lettera indirizzata agli assessori Luca Sammartino e Giovanni Di Mauro. “Ci rivolgiamo a Voi con grande preoccupazione e delusione riguardo alla completa assenza di interventi da parte della Regione per affrontare la crisi idrica derivante dalla Diga Trinità. La mancanza di azioni tempestive ha causato danni irreparabili all’agricoltura locale, mettendo a rischio le fonti di reddito degli agricoltori e minando la stabilità economica della nostra comunità. La mancanza di intervento immediato in questa situazione critica è inaccettabile. Le colture sono in pericolo, e il fatto che la Diga Trinità continui a scaricare acqua a valle senza alcuna risposta efficace da parte della Regione è un segno di negligenza e irresponsabilità. La gravità della situazione ci spinge a sollevare la possibilità di adottare misure legali contro la Regione per ottenere il riconoscimento dei danni subiti dagli agricoltori. Potrebbe essere necessario considerare un ricorso collettivo, come una class action, per garantire che gli agricoltori ricevano giustizia e compensazioni adeguate per le perdite subite. Questa lettera serve come avvertimento formale della nostra intenzione di perseguire azioni legali, se necessario, per proteggere gli interessi degli agricoltori e costringere la Regione a rispondere della sua mancanza di azione in questo momento critico. Chiediamo nuovamente, con fermezza, che la Regione intervenga immediatamente per porre rimedio a questa crisi idrica e adotti misure concrete per proteggere il settore agricolo locale. È urgente istituire una task force dedicata e coinvolgere gli agricoltori nel processo decisionale per garantire una gestione efficace delle risorse idriche. Le nostre risorse agricole sono troppo preziose per essere sacrificate a causa dell’inazione. Confido che Voi prendiate immediatamente le misure necessarie per evitare ulteriori danni e che rispondaiate in modo tempestivo alle legittime preoccupazioni della nostra comunità agricola”.

Il brindisi con gli Shark a Palazzo D'Alì 240611

Mentre Shark brinda l’assessore risponde alla Lega Nazionale Pallacanestro [VIDEO]

Adesso si cambia regime, si passa al professionismo un'era nuova che davvero non vediamo l'ora di vivere"
Per potenziare i percorsi di tutela dei migranti in condizioni di fragilità in arrivo e inseriti nel sistema di accoglienza
La mostra, articolata in due musei, il Cordici e il Wigner San Francesco, presenterà opere di Andy Warhol e Mario Schifano
Sindaci e Rete Territoriale per l'inclusione sociale hanno approvato le programmazioni delle quote assegnate dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Vita di un conduttore radiofonico notturno

La notte non è fatta solo per dormire e sognare, durante la notte tutto ha un sapore diverso. E la notte la radio ha...

Bentornata Serie A

Riposte bandiere e striscioni, asciugati i sudori, proviamo a riavvolgere il nastro di questa stagione
Iniziativa con gli studenti del “Professionale produzioni tessili e sartoriali” dell’Istituto “Calvino - Amico”
Sotto le mentite spoglie del geometra di Campobello di Mazara il capomafia di Castelvetrano si curava dal cancro
Stamattina hanno firmato il contratto alla presenza del commissario straordinario Croce
Biglietti a 10 euro acquistabili fino a sabato nei punti vendita cittadini del circuito GO2
Manifestazione con gli studenti al boschetto di via Salemi
Adesso si cambia regime, si passa al professionismo un'era nuova che davvero non vediamo l'ora di vivere"