Covid nel Trapanese, dalla Conferenza dei sindaci: l’85% dei ricoverati non è vaccinato

Già occupata la metà dei posti letto disponibili nei reparti Covid e in Terapia intensiva

Nuova riunione della Conferenza dei sindaci, oggi a Trapani, per discutere dell’emergenza Covid nel territorio provinciale e valutare le azioni da intraprendere per contenere il propagarsi del contagio. Stamane, infatti, l’Asp ha reso noto che sono stati superati i 2.000 positivi accertati nel Trapanese.

Particolare attenzione è stata riservata anche all’occupazione dei posti letto nel strutture sanitarie. Tra i due ospedali di Marsala e Mazara del Vallo sono 120 i posti di degenza ordinaria disponibili – dei quali 62 risultano già occupati – mentre sono 18 quelli di Terapia intensiva dei quali 9 sono quelli attualmente occupati. Nella Residenza Sanitaria Assistita di Salemi sono 10 i posti occupati su un totale di 15.

Nel corso della riunione è stato anche reso noto che, tra gli attuali ricoverati del Trapanese, l’85 per cento non è vaccinato contro il Covid.

I sindaci si sono trovati concordi sulla necessità di avviare subito un’imponente campagna di sensibilizzazione dei cittadini a vaccinarsi, rivolta soprattutto ai giovani ma non solo. In questa direzione si chiede ai medici di base di veicolare ai propri assistiti tutte le informazioni utili per condurli alla scelta di vaccinarsi contro il Covid.

Lo stesso appello viene indirizzato dai sindaci anche agli stakeholder sociali – come le parrocchie, le scuole e le associazioni – ai quali si richiede il più ampio coinvolgimento nella battaglia contro il diffondersi del Covid.

«Registriamo, da settimane, un incremento costante dei casi di positività al Covid in tutta la nostra provincia – ha dichiarato il presidente della Conferenza dei sindaci e primo cittadino di Trapani Giacomo Tranchida -. Intendiamo attivare campagne promozionali, azioni di sensibilizzazione sul territorio, non solo volte al rispetto delle regole di prevenzione del Covid-19 e delle sue variabili ma anche pro vaccinazione, unitamente ad ogni altra azione necessaria a prevenire conseguenze sciagurate che ci auguriamo di evitare».

La Conferenza dei sindaci tornerà a riunirsi il prossimo 30 agosto a Marsala, come da proposta del presidente Tranchida, “con l’occhio attento alla salute delle persone prima ancora che ai campanilismi”.