Covid e Scuola, manifestazione online degli studenti del Trapanese

La DAD può permettere di organizzare meglio il ritorno in presenza in sicurezza

Manifestazione online, stamattina, organizzata dai rappresentanti di Istituto e dai componenti della Consulta studentesca della provincia di Trapani.

L’obiettivo degli organizzatori era quello di fare il punto e sottolineare le criticità nate dalle scelte delle singole amministrazioni comunali a fronte dell’aumento dei contagi Covid nel Trapanese. Come si ricorderà, a fronte della decisione del sindaco di Trapani di chiudere le scuole fino al prossimo 21 gennaio, molti altri sindaci, a partire dalla vicina Erice, hanno optato, in linea con le indicazioni del governo regionale e di quello nazionale, per la riapertura dopo le vacanze natalizie.

Dal confronto online è emerso che gli studenti, pur non essendo particolarmente favorevoli alla didattica  a distanza (Dad), ritengono che, in questo periodo di particolare aumento dei contagi, questa sia “l’unica soluzione che può permettere una migliore successiva organizzazione, permettendo agli Istituti scolastici di utilizzare i fondi appositamente stanziati dal Ministero”.

Oltre a confrontarsi con loro, gli studenti hanno ospitato nel loro meeting la docente Anna Maria De Blasi, coordinatrice della Rete civica della salute, il sindaco di Trapani, Giacomo Tranchida, Vito Bongiorno, dirigente medico del reparto di Anestesia e Rianimazione dell’ospedale “Sant’Antonio Abate” di Trapani, il sindaco di Castellammare del Golfo, Nicolò Rizzo, e la sindaca di Erice Daniela Toscano. GUARDA IL VIDEO